Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Attualità, Comune di Roma

Cosa succede in città

Scritto da on mercoledì, 12 Gennaio 2011No Comment

Ci vorrebbe la canzone di Vasco Rossi per descrivere il clima che si respira nella Capitale. Non c’è solo “qualcosa che non va”, c’è molto a non andare più.

Sì, perché ieri Roma si è svegliata senza Giunta ed i cittadini faticano a capirne i motivi. Per far luce sull’accaduto, bisogna partire dalla separazione fra finiani e berlusconiani – considerando le tensioni che si sono così scatenate – ed arrivare all’incontro avvenuto lunedì fra Cicchitto, Gasparri ed Alemanno. Il Sindaco ha tentato la via della sopravvivenza e dell’equilibrio politico, barcamenandosi fra le pressioni del Governo centrale e quelle delle correnti interne. Ha tentato ma, alla fine, s’è visto costretto a cedere. “Alemanno ha firmato la sua resa, decretando così il fallimento di due anni e mezzo di gestione” – stigmatizza Alfredo Ferrari, esponente del Pd capitolino e Vice Presidente della Commissione Bilancio.

E forse la resa è l’unica via che resta al Primo Cittadino romano. Una resa che lo consegna nelle mani del Presidente del Consiglio, l’unico a cui dovrebbe rispondere, soprattutto in virtù della necessaria approvazione dei decreti per Roma Capitale e per il finanziamento del Piano di Rientro. Sebbene Alemanno cerchi di mostrarsi impermeabile alle influenze nazionali, a tenere banco ieri è stata l’ipotesi apparsa sulla stampa: ad affiancare e commissariare il Sindaco potrebbe essere Guido Bertolaso. Proprio l’ex Capo della Protezione Civile, così sollecito nell’accorrere sui luoghi del disastro col suo maglione blu e i toni pacati, rassicuranti. Lo stesso che ha abbandonato l’incarico in concomitanza con l’inchiesta dei grandi appalti. Alemanno ha smentito seccamente la notizia, dichiarando di non aver avuto da nessuno questa indicazione. Ma questa ipotesi, per quanto azzardata, potrebbe preludere ad un ritorno del Sindaco di Roma sulla scena nazionale, magari al posto di Sandro Bondi, ministro a rischio sfiducia.
Voli pindarici a parte, Alemanno ha classificato la decisione di azzerare la Giunta come la necessaria revisione di metà mandato propedeutica all’inizio di una fase due per il Campidoglio. Quali siano gli elementi che caratterizzeranno questa nuova fase, non è dato ancora sapere. Certo è che si è scatenata, nel centrodestra, la corsa per dare l’imprimatur al nuovo assetto politico capitolino. Commenta il senatore e sottosegretario Andrea Augello: “Uno scatto d’orgoglio per dare un forte segnale di discontinuità ai cittadini”. E continua: “Alemanno sicuramente ha risentito del clima che si era creato e si è convinto che non bastasse un semplice rimpasto – ha dichiarato all’ANSA – Il Sindaco ha fatto un passaggio che serve a segnalare la volontà di approfondire le questioni emerse e trasformarle in uno scatto di reni, uno scatto di orgoglio”. Ma conclude sibillino: “Poi il fatto che ci riesca, è tutto un percorso ancora da definire”. Un colpo al cerchio ed uno alla botte.
Intanto il Pdl capitolino, la lista civica per Alemanno e la lista Amore per Roma fanno sapere di aver firmato all’unanimità un documento a sostegno del Sindaco per ribadire la volontà di continuare con l’opera di riforma e cambiamento intraprese, anche attraverso un nuovo e più funzionale assetto della Giunta, perché si realizzino riforme e progetti che possano cambiare la città.
Futuro e Libertà, invece, annuncia che aspetterà di conoscere i nomi della Giunta per scegliere di schierarsi con maggioranza o opposizione.
Storace, che ha incontrato nella serata di ieri il Premier, fa pressing sul Sindaco ricordando l’impegno preso da quest’ultimo a novembre con La Destra: parlando di un Alemanno in preda alla confusione, sembra essere l’unico ad aspettarsi un posto in Giunta.
Nelle fila dell’opposizione la preoccupazione cresce: “Il rischio ora è che dalla crisi si passi all’agonia della città. Roma non può sopportare altri due anni così. – afferma il capogruppo Pd Umberto Marroni. E prosegue: “La crisi della giunta Alemanno è emersa in tutta la sua evidenza perché Roma è ferma ed è mancata una politica di governo. Sono fermi i 30.000 alloggi della legge 167 e non sono stati impegnati 100 milioni dei fondi di Roma Capitale. La Giunta -secondo Marroni- ha aumentato l’irpef comunale, le rette sulle mense e sui rifiuti. In questi due anni si sono susseguiti molti spot : il libro dei sogni della commissione Marzano, la Green economy di Jeremy Rifkyn , l’ipotesi irrealizzabile della demolizione di Tor Bella Monaca. A questi annunci si sono poi aggiunti quelli più folkloristici legati alla formula uno e al parco divertimenti sull’antica Roma. Sono quindi emersi gli scandali soprattutto legati ad una gestione clientelare dell’amministrazione pubblica e delle aziende”.

L’anno è appena iniziato: c’è il bilancio da approvare ed è necessario spingere affinché passi il decreto attuativo che stabilisce i poteri di Roma Capitale. Di certo non è questo il migliore degli auspici per rendere efficiente una amministrazione. Che poi possano bastare tre giorni per sgombrare il campo dalle pratiche che hanno appesantito il governo della città, sembra poco credibile.
A meno che sotto non ci sia dell’altro ed il Sindaco, trattando l’incarico su Roma come strumento per la sua carriera politica, abbia deciso di tenere la verità per sé.

di Donatella D’Acapito

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2