Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Attualità

Le probabili soluzioni alla crisi dell’Euro: abbandono dell’area valutaria ottimale

Scritto da on lunedì, 15 Luglio 2013No Comment

Una delle possibili soluzioni al disfacimento economico di una recessione senza fine, per molti e’ quella di uscire dall’are valutaria ottimale. Slogan affermatissimo dalla Lega e da molti altri partiti in Europa, e’ una scelta senz’altro azzardata e scellerata in quanto il mercato valutario non certo darebbe quella stabilita’ di cui hanno bisogno, in maniera particolare quelli GIPSI, i casi di Messico e Argentina sono da insegnamento.

Il sentimento antieuropeista in Italia e’ espresso anche da Grillo, Forza Nuova e dal partito Euro Scettici fondato nel 2008, nonche’ da altri piccoli partiti. Paura della globalizzazione o smodato senso patriottico?  euroscetticismo

Di certo la risposta e’ molto delicata: da un lato si vuole conservare l’identita’ nazionale e i pregi che ne derivano, ma allo stesso tempo si ha la velata consapevolezza che fuori dall’Europa sarebbe molto piu’ complicato, soprattutto per le condizioni in cui versiamo. Dall’altro, le possibilita’ di riavere una banca centrale e quindi stampare moneta lascia ben sperare, ma gli attacchi speculativi nel mercato valutario abbiamo visto che possono mandare in crisi chiunque e in questo senso, dissociandoci da un’unione valutaria saremo molto piu’ deboli.

In termini economici  una possibile uscita dall’area valutaria sarebbe una disfatta per i Paesi maggiormente indebitati, che vedrebbero salire le loro passivita’ a dismisura, così come  lo spread con i Paesi core europei potrebbe accentuarsi pericolosamente. In aggiunta, dobbiamo pensare ai problemi burocratici che sorgerebbero da una conversione di tutti i contratti bancari e non, posti in essere.

Senza esasperare i toni ed esacerbare le dinamiche sociali che comporta questo tipo di percorso chiamato Europa, si puo’ trovare la via  di uscita solo nella cooperazione, nella solidarieta’ e nell’affiatamento tra Paesi.

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2