Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Cinema

Un cortometraggio in 3D al Festival di Roma!

Scritto da on martedì, 26 ottobre 2010No Comment

Sabato 30 ottobre, alle ore 15, il Festival di Roma ospiterà un piccolo film che già si profila, però, come un grande evento: il primo cortometraggio italiano realizzato in 3D. Vi è addirittura un trailer a disposizione del popolo di internet, ed ecco il link in questione, preso direttamente da YOUTUBE: http://www.youtube.com/watch?v=E93wGe6e2nI&feature=player_embedded

In attesa che abbia luogo l’anteprima del promettentissimo corto, intitolato “Salve Regina”, ne abbiamo rintracciato l’autrice, Laura Bispuri, con l’idea di farci raccontare qualcosa di più su questo progetto e sui suoi precedenti lavori. 

“Salve Regina”, in programma nella sezione Extra dell’ormai imminente Festival di Roma, si propone al pubblico come primo cortometraggio italiano in 3D. Come ti è venuta l’idea di realizzarlo in questo modo? E come nasce il soggetto del film?

L’idea del 3D mi è stata proposta dai produttori del corto. Il soggetto è nato da una mia suggestione che poi si è tradotta nella scena finale del film. E’ nata prima di tutto quella e poi sono andata a ritroso, intorno a quella ho costruito la storia, insieme alla sceneggiatrice Francesca Manieri.

La locandina del film "L'uomo fiammifero"

Sappiamo che il tuo corto è stato prodotto da Cineforum Teramo e quindi da Marco Chiarini, cineasta indipendente che si è fatto molto apprezzare col suo lungometraggio d’esordio, “L’uomo fiammifero”. Come nasce tale collaborazione? 

Nasce dal fatto che lui è a capo, insieme a altri suoi collaboratori, del Cineforum Teramo che ogni anno ospita uno o più registi e li fa girare durante il festival. Quest’anno io e Marco ci siamo conosciuti ai David di Donatello. Per me è stato meraviglioso essere prodotta da un regista, da qualcuno che poteva capire a pieno le mie esigenze. Poi con Marco in particolare mi sono trovata benissimo.

Gli interpreti del tuo corto sono o no attori professionisti? E come sono stati scelti?

Sono attori non professionisti e sono stati scelti facendo dei provini a tutta la città di Teramo. Lo spirito del Festival era infatti quello di coinvolgere la città che per quella occasione si è trasformata in un set.

Parlaci in breve dei tuoi precedenti lavori, che da quanto ci risulta sono stati ben accolti in festival come Arcipelago e al David, per l’appunto.

“Passing Time” ha vinto il David e Arcipelago e altri festival e poi sta girando tutto il mondo. Prima di quello avevo comunque già girato altri 3 corti e un documentario. E’ stato un percorso necessario per arrivare ad avere uno stile che ora nel cortometraggio sento di poter affermare con tutta me stessa. Poi ci sarà il passaggio al lungo e spero che questo avvenga presto!

Comments are closed.

Cultura »

Il Futuro chiama a cura della Gestalt esperienziale CIG

La Gestalt esperienziale con la CIG, sabato 10 dicembre 2016 ore 9,30 la Gestalt presenta il seminario “Il Futuro chiama” presso Roma Scout Center, Largo Scautismo n. 1.
“Il Futuro chiama” – il ciclo della progettualità secondo il metodo della Gestalt esperienziale© a cura di Paolo Greco e Raffaele Appio

Musica »

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Il ponte del 2 giugno non è riuscito a portare troppo lontano gli italiani e gli stranieri vista fans del mitico Graham Nash, cantautore senza tempo per la presentazione del suo nuovo disco “This Path Tonight”

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2