Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » interior design

“Sicurezza sul lavoro. La pretende chi si vuole bene”

Scritto da on venerdì, 1 aprile 2011No Comment

Con la nomina al Consiglio Regionale del Lazio, prende vita la commissione speciale “Sicurezza e prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro” guidata dall’Ing. Luigi Abate che ha dichiarato: ”I frequenti casi di cronaca relativi agli infortuni sul lavoro, la cui incidenza continua ad interessare gravemente la nostra società, devono necessariamente indurci a mettere in atto ogni contromisura possibile. Possiamo fare molto grazie all’istituzione di questo nuovo ed utile organismo. E’ mia ferma intenzione mettermi sin da subito al lavoro con dedizione ed impegno, coniugando la mia personale esperienza nel campo con quella dei colleghi che fanno parte di questa commissione”. “Credo che questa commissione debba avere una caratterizzazione più tecnica che politica, nell’interesse della collettività. Questo perché i dati in nostro possesso ci dicono che gli incidenti nei luoghi di lavoro non sono diminuiti, né in termini di frequenza né in termini di mortalità. Il che significa che finora è stato fatto poco sia in prevenzione sia in protezione”.

La commissione dovrà essere un laboratorio di idee per normative e proposte di legge a tutela della prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro e più in generale intende promuovere tutte le iniziative per migliorare la “sicurezza generalizzata” del soggetto umano dovunque svolga la sua attività.

Questo è il programma degli obbiettivi che si vuole attuare e raggiungere:

  • Operare direttamente o tramite le Componenti del Consiglio e della Giunta Regionale in qualsiasi materia, settore o argomento che trattino direttamente o indirettamente temi della sicurezza e salute dei luoghi di lavoro.
  • Indirizzare e facilitare a livello individuale, l’acquisizione del concetto inerente alla “Sicurezza” come valore essenziale, indipendentemente dal ruolo e mansione svolta da ciascuno nel processo delle attività lavorative, da riproporre anche in ambito del lavoro privato.
  • Favorire a livello sociale la diffusione di una cultura organizzativa orientata alla sicurezza, in cui ciascuno diventi attore e garante.

Si riportano di seguito alcune proposte avanzate dal Presidente della Commissione,che

dovranno, comunque, essere condivise con tutti i membri della commissione.

  • Per rendere operativo il programma viene proposto il “bollino blu della sicurezza nei cantieri”,

inteso come una certificazione rilasciata, su richiesta dell’impresa, a seguito di sopralluoghi

effettuati da tecnici, esperti in materia di sicurezza, e con il compito di svolgere attività

di assistenza e d’indirizzo” ( si esclude pertanto qualsiasi azione sanzionatoria qualora si

accertasse la violazione della norma antinfortunistica in quanto questi soggetti non dovrebbero

rivestire la qualifica di Ufficiali o Agenti di Polizia Giudiziaria)

  • Si vuole favorire nelle imprese il ricorso all’adozione di un Sistema di Gestione della

Sicurezza (SGS), ovvero un sistema coordinato di gestione dei flussi e delle funzioni lavorative in

cui le responsabilità ricadano a cascata su ciascun dipendente, da chi occupa posti di

comando all’ultimo lavoratore.

L’adozione del Sistema di gestione di Sicurezza può essere favorita con strumenti

legislativi promossi dalla Regione o da altri Enti con un effetto premiante per le imprese che,

in occasione di partecipazioni a gare per appalti pubblici per la fornitura di opere, beni o servizi

indette dalla Regione, Provincia o Comuni, potrebbero avere agevolazioni o in alternativa

ottenere sconti sugli oneri contributivi, previdenziali o assistenziali.

  • L’istituzione del ”Cruscotto sicurezza sui luoghi di lavoro” prevede un sistema di monitoraggio

nella Regione che verifichi anonimamente il livello di conoscenza delle norme sui temi della

sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro dei datori di lavoro e dei dirigenti pubblici ad

essi equivalenti. Dall’esito di tali verifiche si potrà valutare se e in che misura sia

necessario promuovere attività per sensibilizzare i soggetti depositari delle responsabilità primarie

della sicurezza e della salute dei lavoratori

  • Si propone un coordinamento per assicurare la “ sicurezza esterna” ancor prima di trattare

quella interna. La regione deve adoperarsi per garantire non solo ai lavoratori ma a tutti i cittadini

la sicurezza esterna attraverso un coordinamento tra il soccorso sanitario – 118 – ed il soccorso

tecnico urgente – 115 – il cui intervento deve essere coordinato perché il loro arrivo sul

luogo dell’incidente sia contemporaneo.

  • L’istituzione della “Cittadella della Sicurezza” consentirà che tutte le funzioni didattiche,

formative ed informatiche delle componenti che caratterizzano la sicurezza in ambiente lavorativo

e domestico confluiscano in un’area unica.

Altri temi che la Commissione si propone di affrontare sono questi che di seguito si sintetizzano:

  • Il lavoro notturno rappresenta un fattore di rischio negativo per la salute dei lavoratori, poiché l’organismo umano è maggiormente vulnerabile durante la notte.Il livello d’attenzione è alterato e la povertà di stimoli ed affaticamento conseguente l’attività lavorativa, necessita del suo studio e la causa correlata agli incidenti nei lavori notturni o nei luoghi scarsamente illuminati.
  • Promuovere una tavola rotonda con professionisti del settore sanitario che evidenzino ed approfondiscano gli effetti e le patologie che innescano possibili infortuni sul lavoro correlati con lo stress fisico causato dalla carenza di sonno. Lo studio portato avanti potrà avere ricadute per tutte quelle professioni che richiedono una rapida operatività, come i vigili del fuoco, le forze di polizia, gli operatori sanitari di pronto soccorso e per chi opera nei trasporti o nei cantieri edili.
  • Creare un sistema di monitoraggio sul territorio per verificare l’applicazione reale del sistema sicurezza antincendio presso le strutture sanitarie pubbliche e private operanti nel Lazio.
  • Organizzare un convegno sulla tecnologia applicata alla sicurezza sui luoghi di lavoro.



Comments are closed.

Cultura »

Il Futuro chiama a cura della Gestalt esperienziale CIG

La Gestalt esperienziale con la CIG, sabato 10 dicembre 2016 ore 9,30 la Gestalt presenta il seminario “Il Futuro chiama” presso Roma Scout Center, Largo Scautismo n. 1.
“Il Futuro chiama” – il ciclo della progettualità secondo il metodo della Gestalt esperienziale© a cura di Paolo Greco e Raffaele Appio

Musica »

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Il ponte del 2 giugno non è riuscito a portare troppo lontano gli italiani e gli stranieri vista fans del mitico Graham Nash, cantautore senza tempo per la presentazione del suo nuovo disco “This Path Tonight”

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2