Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Musica

Faust & Faust

Scritto da on venerdì, 28 Ottobre 2011No Comment

Sabato 5 novembre 2011 – ore 18.00
Lunedì 7 ore 21.00 – martedì 8 ore 19.30
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

FAUST & FAUST

Prima mondiale di Veni veni Mephostophilis, nuova composizione di Matteo d’Amico

Concerto interamente dedicato alla figura goethiana di Mefistofele, quello di sabato 5 novembre (Sala Santa Cecilia ore 18; repliche lunedì 7 ore 21 e martedì 8 ore 19.30) per la Stagione di Musica Sinfonica di Santa Cecilia. Sul podio dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia, Antonio Pappano che dirigerà, in prima assoluta, la nuova composizione di Matteo d’Amico (commissione dell’Accademia stessa) Veni veni Mephostophilis alla quale prenderà parte, inoltre, il celebre tenore Gregory Kunde, uno tra i più eleganti interpreti del belcantismo contemporaneo. Accanto, un classico della musica a programma ottocentesca, la Faust-Symphonie di Liszt.
“Da tempo, abituato a cercare sempre nuove possibilità d’incontro con testi poetici e drammatici – ci racconta d’Amico – meditavo un’incursione nel vasto repertorio della letteratura elisabettiana. L’occasione si è presentata con quest’invito dell’Accademia a completare con un nuovo lavoro una serata dedicata al mito faustiano e incentrata sulla Faust-Symphonie di Franz Liszt. Se la partitura lisztiana affonda le sue radici in Goethe, mi è parso naturale volgere lo sguardo al più celebre dei suoi antecedenti, il Doctor Faustus di Christopher Marlowe, che già nel recente passato ha attirato l’attenzione di illustri compositori quali, ad esempio, Busoni e Schnittke. Al di là dei molti temi presenti nella complessa e polivalente tragedia di Marlowe – continua il compositore – credo che ciò che più di ogni altra cosa può affascinare ancora oggi un musicista sia la perfezione formale dei suoi versi e la ricchezza delle immagini in essi contenute. Questi caratteri emergono in modo particolare nelle sezioni che vedono dialogare Faust, impersonato qui da un tenore, con le apparizioni di due Angeli, uno buono e uno cattivo, e che costituiscono buona parte del testo di Veni veni Mephostophilis. Questo titolo cita l’estrema, seduttiva invocazione di Faust, proteso con tutto se stesso – anima e intelletto – verso l’incontro fatale con il diavolo, mentre il sottotitolo -lente currite noctis equi –forse esso stesso citazione classica, echeggia come estremo tentativo di fermare il tempo e rinviare così la propria rovina. E’ un Faust più filosofo che stregone, più intellettuale che mago, quello che prenderà corpo grazie alla voce morbida ed elegante di Gregory Kunde.
Ma il filo conduttore di questa breve cavalcata ‘a volo d’uccello’ attraverso il Doctor Faustus, dalla prima evocazione in latino delle divinità infernali, fino alla ‘morale’ conclusiva della tragedia, aperta dalla celebre immagine “spezzato è il ramo che poteva crescere ben dritto”, è in mano al coro femminile, protagonista simmetrico al coro maschile della Faust-Symphonie e pronto a svolgere i più diversi ruoli, da quello di Faust evocatore di spiriti, a quello degli spiriti evocati, da quello degli Angeli interlocutori di Faust a quello classico di ‘commento’ all’azione.

Brano vasto e articolato, diviso in tre movimenti che incarnano i tre personaggi principali del dramma (Faust, Margherita, Mefistofele) la Faust_Symphonie, è una delle testimonianze più complesse ed ambiziose della innovativa tecnica di trasformazione tematica creata da Liszt per conferire unità “ciclica” ai diversi movimenti di un brano. In particolare, il tema di Faust nel primo movimento diventa, trasformato, quasi diabolicamente deformato, il tema di Mefistofele nel terzo movimento. Come se Liszt volesse mettere in guardia l’ascoltatore, dirgli che in realtà il Diavolo è dentro di noi, è la faccia deformata di noi stessi. Margherita resta invece immune da questa contaminazione demoniaca: il movimento a lei dedicato è lirico ed intimo, ed il suo tema si trasfigura solo al termine della Sinfonia, dove Coro e tenore solista inneggiano all’”eterno femmineo” goethiano, intonando le parole celebri ed enigmatiche con cui si conclude la seconda parte del Faust scritta dal grande poeta tedesco nell’ultimo periodo della sua lunghissima attività creativa.

Comments are closed.

Cultura »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2