Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Primo piano

Santa Cecilia: piccola grande Yuja Wang

Scritto da on mercoledì, 23 Novembre 2011No Comment

Ha soli 24 anni ed è già famosa in tutto il mondo, soprattutto per il suo stile, che unisce la spontaneità e l’immaginazione della giovinezza alla disciplina e al rigore, al virtuosismo e alla finezza interpretativa di un’artista matura.  E’ Yuja Wang, pianista cinese  ormai contesa dai più celebri direttori, apparsa sulle scene internazionali con le maggiori orchestre, che sabato 26 novembre diretta dal Maestro Antonio Pappano sul podio dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia siederà al pianoforte (Sala Santa Cecilia –  ore 18, repliche domenica 27 ore 18 e lunedì 28 ore 21) per interpretare il Concerto n. 2 di Béla Bartók una tra le pagine più importanti del repertorio novecentesco, scritto nel 1930. Il brano mostra un modo assolutamente originale di far risuonare il nobile strumento che Bartok elaborò nel corso della sua carriera di prestigioso interprete quanto di affermato compositore. Nel Concerto n. 2 emerge in particolare il cosiddetto stile pianistico “percussivo” bartokiano, laddove le pur ragguardevoli risorse espressive dello strumento restano sullo sfondo per dare spazio alla peculiarità percussiva; infatti il suono dei martelletti che colpiscono le corde si erge a protagonista del discorso musicale con un effetto allo stesso tempo selvaggio, barbarico e trascinante.

Il programma del concerto si apre con l’Apprendista Stregone di Paul Dukas, brano fantasmagorico, di scintillante vitalità orchestrale e di originalissima concezione musicale diretto per la prima volta dall’Autore stesso il 18 maggio 1897 alla Societé Nationale di Parigi.

Nella seconda parte, invece, si potrà ascoltare la più eseguita e spettacolare delle Sinfonie di Antonin Dvořák: la Nona, cosiddetta “Dal Nuovo Mondo” perché il compositore la scrisse a New York nel periodo in cui fu chiamato a dirigere il Conservatorio della città. La leggenda del brano vuole che Dvořák vi abbia impiegato autentiche melodie afro-americane. In realtà oggi si ritiene che egli abbi

buy cigarettes online

a colto alcune affinità linguistiche tra le musiche americane e quelle boeme e che la Sinfonia rappresenti quindi nel suo originalissimo, inconfondibile stile melodico, la fusione delle due culture.

Yuja Wang ha debuttato con la National Arts Center Orchestra diretta da Pinchas Zukerman, esibizione che aveva fatto scrivere alla stampa canadese “è nata una stella”. La pianista cinese si è già esibita con le più prestigiose orchestre del mondo, tra cui le Orchestre Sinfoniche di Baltimora, Boston, Chicago, Dallas, Detroit e Houston, la Filarmonicadi Los Angeles, la National Symphony, la New World Symphony, l’Orchestra di Philadelphia, l’Orchestra di Pittsburgh e la Sinfonica di San Francisco negli Stati Uniti; nel resto del mondo ha tenuto concerti con l’orchestra della Tonhalle, la Filarmonica Cinese, la Filarmonica della Scala, l’orchestra della Fondazione Gulbenkian, la Filarmonica di Londra, la Filarmonica di Nagoya, la Sinfonica NHK di Tokyo e l’Orchestra Mozart. Nel 2006, Yuja Wang ha debuttato con l’Orchestra Filarmonica di New York nell’ambito del “Bravo! Vail Music Festival” e, nella stagione successiva, ha suonato in Giappone e Corea con la stessa orchestra stavolta diretta da Lorin Maazel. Nel 2008, Yuja Wang è stata in tournée negli Stati Uniti con l’Academy of St. Martin in the Fields diretta da Sir Neville Marriner. Nel 2009 si è invece esibita come solista alla Carnegie Hall con la You Tube Symphony Orchestra diretta da Michael Tilson-Thomas. È stata, inoltre, in tournée negli Stati Uniti con la Sinfonica di Shanghai diretta da Yu Long in occasione del centotrentesimo anniversario dell’orchestra; si è esibita a Pechino con l’Orchestra del Festival di Lucerna diretta da Claudio Abbado, in Spagna e a Londra con la Royal Philharmonic Orchestra della Filarmonica di Hong Kong.

Yuja Wang è apparsa in recital nelle più importanti città dell’America del nord e non solo; è un’impegnata musicista da camera e appare regolarmente in molti festival, tra cui il Festival di Aspen, il Festival di Musica da Camera di Santa Fe , il Gilmore Festival e il Festival di Verbier. Ha lavorato al fianco di importantissimi direttori d’orchestra quali Claudio Abbado, Charles Dutoit, Daniele Gatti, Lorin Maazel, Kurt Masur, Antonio Pappano, Yuri Temirkanov, Michael Tilson-Thomas e Pinchas Zukerman.

Corinna Lucianelli

 

zp8497586rq

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2