Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Primo piano

Vittorio, Capitan Pistone …e tutti gli altri di Mara Consoli

Scritto da on venerdì, 9 settembre 2011No Comment

Mercoledì 21 Settembre h. 18.30

Palazzo Valentini – Sala Di Liegro

Via IV Novembre, 119/a – Roma

Intervengono

Claudio Cecchini, Assessore alle Politiche Sociali e per la Famiglia e ai Rapporti Istituzionali della Provincia di Roma; Giuseppe Battaglia, Presidente Commissione alle Politiche Culturali Giovanili e dello Sport della Provincia di Roma; dott.ssa Ketty Vaccaro, Responsabile Welfare della Fondazione Censis; dott. Walter Gianni, U.O. Geriatria INRCA-IRCCS sede di Roma, in rappresentanza della SIGOT (Società Italiana Geriatri Ospedalieri e Territoriali); Patrizia Spadin, Presidente dell’AIMA (Associazione Italiana Malattia d’Alzheimer); Brunella de Cesare, Responsabile Centro Diurno “Attivamente” del Comune di Roma, IX Municipio; Marco Garzia, Caregiver

È stato invitato a partecipare

Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia di Roma

Modera

Paolo Pagliaro, autore di “Otto e mezzo”

Mercoledì 21 settembre alle ore 18.30, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alzheimer, sarà presentato a Palazzo Valentini, presso la Sala Di Liegro, Vittorio, Capitan Pistone …e tutti gli altri, scritto, diretto e prodotto da Mara Consoli. Il documentario è dedicato al milione di malati d’Alzheimer presenti in Italia e ai rispettivi familiari, affinché ci si ricordi di loro ogni giorno. Vittorio ha l’Alzheimer. Consapevole d’essere malato, accetta d’essere ripreso. Spiega d’essere “abbacchiato, perché sento la confusione in testa”; parla con la sua immagine allo specchio chiamandola “papà”; impreca contro nemici invisibili; ride felice bevendo il chinotto e piange perché “vogliono uccidere la mamma”. Ed è sempre Vittorio a fare la presentazione del più fidato tra i suoi “amici immaginari”, Capitan Pistone, “capo della polizia e dei carabinieri”.

«Per capire cos’è l’Alzheimer, bisognerebbe entrare nella testa di un malato. Per capire cosa vuol dire assisterlo, bisogna passarci insieme giorni, mesi, anni». Muovendosi su questo doppio binario, l’autrice intreccia il racconto di Vittorio, suo padre, con le testimonianze di persone che hanno, o hanno avuto, familiari affetti d’Alzheimer. Il risultato è un diario di viaggio che, ripercorrendo le fasi della malattia, mostra il progressivo spaesamento di malati e familiari, abbandonati a loro stessi, nella quasi totale mancanza d’informazione, strutture, aiuto. Un viaggio per scoprire che l’Italia non è un paese per vecchi.
«Ho impiegato quasi 6 anni per realizzare questo documentario – afferma l’autrice – convinta che la storia di Vittorio, Enzo, Pina, Massimo, Rinaldo, Eva, Franco, Amedeo … e tutti gli altri abbia un senso solo se non la si consegna all’oblio. La memoria è un patrimonio al quale attingiamo per immaginare e costruire un futuro migliore. E una società migliore è quella che non dimentica, nemmeno chi è vecchio, malato, bisognoso».

Il documentario è stato prodotto da Mara Consoli in collaborazione con Road Television

con il patrocinio di:
Regione Lazio, Provincia di Roma,
AIMA – Associazione Italiana Malattia di Alzheimer, SIGOT – Società Italiana Geriatri Ospedalieri e Territoriali

Rinfresco finale accompagnato dai vini gentilmente offerti dalla Cantina Sant’Andrea

MARA CONSOLI
Laureata in Storia e Critica del Cinema, collabora per più di 10 anni con il settore Ricerca, Promozione e Sviluppo di Rai 2. In qualità di autrice e regista, per questa rete ha scritto e realizzato numerosi programmi televisivi, campagne promozionali, back-stages. Come consulente, ha curato per la Polivideo Sa l’ideazione e la realizzazione di nuovi format tv.

Dal 2009 collabora con La7, prima per Prossima Fermata, quotidiano di approfondimento giornalistico condotto da Federico Guiglia, poi come curatrice di Madama Palazzo, settimanale di approfondimento politico.

Nel 2006 gira Le ultime luci, documentario autoprodotto sulla chiusura dell’ultima miniera francese di carbone, a Creutzwald, in Lorena, andato in onda su Rai2. Come sceneggiatrice lavora con le più importanti reti televisive nazionali e, insieme al regista Sergio Spina, scrive la sceneggiatura di Sandokan, una storia di camorra, tratto dall’omonimo libro di Nanni Balestrini e prodotto da Rai Fiction. Ha da poco ultimato Vittorio, Capitan Pistone… e tutti gli altri. Il documentario, ancora prima di essere finito, ha destato grande interesse negli “addetti ai lavori” e nei media: l’autrice è stata invitata a partecipare, con degli estratti del suo lavoro, a Racconti di vita, condotto da Giovanni Anversa, e a Speciale TG1 condotto da Monica Maggioni.

Comments are closed.

Cultura »

Aprilia2 Open Days 2018 Cinque giornate dedicate all’orientamento scolastico

Aprilia, 13-17 novembre 2018. Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna ad Aprilia2 l’imperdibile appuntamento dedicato alla formazione scolastica dei ragazzi, in procinto di scegliere il loro percorso di studi: gli Open Days 2018.
Durante la settimana, saranno oltre 20 …

Musica »

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Graham Nash con il suo “This Path Tonight” all’Auditorium Parco della Musica

Il ponte del 2 giugno non è riuscito a portare troppo lontano gli italiani e gli stranieri vista fans del mitico Graham Nash, cantautore senza tempo per la presentazione del suo nuovo disco “This Path Tonight”

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2