Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Attualità, Comune di Roma, Design e Moda

Ai posti di blocco: la corsa su Roma non è poi lontana

Scritto da on mercoledì, 9 Marzo 2011No Comment

Mancano due anni alla fine della consiliatura e la corsa su Roma è iniziata. Lo si vede dai sommovimenti in casa Pdl, atti a cercar conferme; lo si vede nell’opposizione che lunedì 7 marzo, con AreaDem, ha dato il via ad una serie di incontri per creare un confronto fra addetti ai lavori e cittadini.
Perché, come ha detto bene il candidato in pectore del centrosinistra, il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti: “Non basta un leader per riprendersi la città, occorre un popolo”.
Ad aprire i lavori di Idea di Roma, al Teatro Vittoria, il vicepresidente dei senatori Pd Luigi Zanda. Secco il suo giudizio sulla gestione Alemanno: “Negli ultimi due anni, quel largo respiro che la città aveva avuto è stato strozzato dalla gestione di Gianni Alemanno. Con l’attuale giunta, Roma sembra abbandonata a se stessa, paralizzata, senza più prospettive di crescita”. E, ampliando lo sguardo, aggiunge: “Quello che fa, o meglio non fa, Berlusconi sul piano nazionale si riproduce, purtroppo, con Alemanno sul piano romano: entrambi occupano le loro poltrone senza governare, provocando un immobilismo inaccettabile. Il non governo determina in grandi parti di Roma l’idea che le regole non contano più nulla”.
Città ferma e lontana dal registrare – come ha ricordato Giuseppe Roma, direttore generale del Censis – una crescita doppia rispetto a quella avuta dal resto della penisola, così come accaduto fra il 2000 e 2008. Città ferma perché non riesce ad avere luoghi per far crescere la socialità e rendere le differenze dei punti di forza. Città che, in questi ultimi anni, si è concentrata sul proprio ombelico – il centro storico – dimenticando le periferie, dove vive la maggior parte dei romani. Dalle periferie, per l’archistar Massimiliano Fuksas, bisogna ripartire: periferie da infrastrutturare e mettere in collegamento fra loro. Tre idee anche dall’ex assessore alle politiche sociali, Raffaella Milano: rafforzare il senso d’appartenenza; condivisione degli spazi pubblici; welfare, che tra il 2008 e il 2011 ha visto diminuire le risorse del78,8%.
Idee che devono prendere vita, perché su Roma, di certo, non mancano i progetti. Ma occorre che ognuno faccia la propria parte, uscendo anche dagli schemi tradizionali del pensiero. Questo, fra l’altro, è stato il segreto del buon governo in Provincia, come ha ricordato Zingaretti: “Fare bene il proprio lavoro, senza farsi distrarre”.
Plaude a quanto fatto in provincia anche Dario Franceschini, presidente dei deputati democratici, certo che, fra due anni, “la parentesi Alemanno sarà solo un brutto ricordo”.
La lotta non sarà facile: il primo a sottolinearlo è proprio Zingaretti. Ma ridare a Roma il ruolo che le spetta, quello di locomotiva del Paese, a prescindere da chi ne sarà artefice o come lo si farà, è l’obiettivo che politici, classe dirigente e società civile devono avere. In ballo c’è il futuro di tutti.

di Donatella D’Acapito

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …