Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Attualità, Comune di Roma, Design e Moda

Dario Rossin apre la campagna elettorale con 3000 persone

Scritto da on martedì, 14 Maggio 2013No Comment

vlcsnap-00040Dario Rossin ieri 13 Maggio 2013 all’Eur, in uno dei locali più prestigiosi di Roma, ha incontrato tantissimi suoi elettori e aprendo ufficialmente  la sua campagna elettorale. 3000 persone  sono intervenute, hanno ascoltato gli intenti di Rossin, una volta eletto consigliere dell’Assemblea capitolina. File interminabili all’ingresso, con lo stesso Rossin ad accogliere e stringere le mani dei tanti suoi sostenitori, qualche parola di reciproco sostegno e  una speranza: Dario Rossin eletto al Comune per scrivere nuove pagine della storia di questa città in sintonia con un popolo, quello di destra, in attesa di leader che sappiano sostenere una politica nuova: attenta al sociale, ancorata alla nostra storia, cultura e tradizione, capace di dialogare con la società a testa alta, rispettosa dei diritti altrui ma che sappia imporre i doveri a chi non vuole conoscerli. Una destra giusta e libera, una destra che sappia dipingere una nuova storia per questo paese.

Ma chie e Dario Rossin? Qual è il  suo programma?

Ci dice:” Sono nato a Roma il 28 Ottobre 1966. Dopo la Maturità classica mi sono laureato con il massimo dei voti in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma l’11 maggio 1995.

Dal gennaio 1994 al gennaio 1996, presso il Servizio Legale della Sede di Roma del Credito Agrario Bresciano s.p.a., ottengo con il massimo dei voti l’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato, che esercito nel Foro di Roma. Sono titolare di uno studio legale presso cui svolgo l’attività professionale con specializzazione nel ramo civilistico – commerciale, e negli anni ho tenuto molto all’aggiornamento e perfezionamento delle mie conoscenze, seguendo diversi corsi e in particolare un master in diritto amministrativo e Giustizia amministrativa, specializzandomi nel medesimo settore. Altrettanto, mi sono dedicato al tema della sicurezza, partecipando al corso di perfezionamento presso l’Istituto Italiano di medicina sociale (LUMSA) quale “Manager della sicurezza”.
Ho collaborato in veste di docente in Istituti qualificati quali l’I.n.p.e.c. e il C.e.i.d.a, pubblicando diversi articoli in materie di diritto civile-amministrativo su varie riviste specializzate del settore. Esperienze che mi hanno permesso di diventare nel 2011 commissario dell’Istituto di Studi giuridici della Regione Lazio “Arturo Carlo Jemolo”. La mia passione per la politica nasce nella città in cui sono nato, Roma, e in particolare nel mio quartiere di riferimento, l’ex XII Municipio. Ho ricoperto in passato diversi incarichi di rilievo in Alleanza Nazionale, tra cui dirigente della Federazione romana, presidente del Circolo territoriale Eur-Torrino-Decima, e Delegato al congresso nazionale di An.  Sotto la bandiera di Alleanza Nazionale sono stato consigliere del Municipio Roma XII, con l’incarico di presidente della Commissione Lavori pubblici e Viabilità. Eletto come consigliere di Alleanza Nazionale al Comune di Roma nel 2006, sono stato vice presidente della commissione Sicurezza del Campidoglio e membro delle commissioni Ambiente e Bilancio, nonché vice capogruppo di A.N.

Sono stato eletto nuovamente al Comune di Roma nel 2008, risultando il secondo consigliere più votato con oltre 6000 preferenze. Dal giugno dello stesso anno ho ricoperto il ruolo di presidente del gruppo consiliare del Popolo della Libertà, il gruppo capitolino più numeroso della storia della Repubblica Italiana, oltre ad essere membro delle commissioni Urbanistica, Lavori pubblici e Sicurezza, fino alle mie dimissioni avvenute il 13 Maggio 2010, quando ho aderito a La Destra, diventandone capogruppo in Campidoglio e segretario della Federazione romana del partito. Mi ricandido al comune di Roma per portare avanti il lavoro già intrapreso, arricchito dall’esperienza e dalla conoscenza dei meccanismi della vita politica romana. Certo gli ultimi anni hanno comportato cambiamenti e differenti prospettive per la società e l’interpretazione dei bisogni. La comunicazione, i modelli comportamentali, le esigenze più profonde dell’essere umano diventano palpabili e chiare. Mai come oggi il concetto di sicurezza abbraccia larghe fasce della popolazione (anche romana) e comprende: camminare per strada senza essere scippati, poter  uscire di notte senza essere violentati, quindi tranquillità e certezza del diritto. Ma altri aspetti colorano l’orizzonte e sono insiti nel concetto di sicurezza come il lavoro, il poter sostenere la propria famiglia, ma anche  non sentirsi soli, abbandonati, dimenticati. Quindi siamo di fronte ad una società più fragile e più esposta a derive  pericolose (usura, alcool, gioco, prostituzione, …) contro le quali è nostro compito porre in essere misure di contrasto e argine.

Roma, tra le sue tantissime qualità, annovera un tesoro incredibile: il turismo, che può essere il volano per tutta l’economia romana e laziale, basta impegnarsi e rendere il soggiorno dei turisti più lungo e duraturo. Un grande accordo con tutte le forze sane e propositive di questa città: catene alberghiere, strutture ricettive, ristoranti, artigiani, agricoltori, associazioni culturali e teatrali. Il turista coccolato e vezzeggiato diventa l’ambasciatore del made in Roma, facendosi portavoce di come Roma sia veramente la capitale dell’accoglienza e dell’incoming. Una diversificazione dell’offerta turistica è una valida soluzione in questo senso: musei, spettacoli teatrali, accoglienza innovativa, visite guidate presso strutture  agricole e artigiane, o le ricchezze dell’archeologia industriale e enogastroniche di cui siamo pieni. Questo “nuovo rinascimento” potrebbe portare centinaia di posti di lavoro, la ripresa del comparto agricolo e artigiano e una coinvolgere grande platea mondiale. Roma ha oltre 30 milioni di turisti ogni anno, metà della popolazione italiana. Altro punto importante del mio programma è dare a Roma una banda larga ad accesso agevolato per i giovani, che contribuirebbe alla modernizzazione della nostra città. Per una Capitale sempre più al passo con i tempi, in grado di confrontarsi con le metropoli mondiali e vincere la sfida della vivibilità e dell’accoglienza.”

Apertura campagna elettorale.                           video 1                            video 2                                 video 3

LA ROMA CHE VOGLIO

Sicurezza

  • Interventi decisi e incisivi sulle baraccopoli presenti in città, che rappresentano luogo di degrado umano e urbano per la Capitale.
  • Inasprimento dei controlli, videosorveglianza, presidi fissi di forze dell’ordine (Polizia, Carabinieri, Polizia Municipale),censimento e ripristino della legalità nei campi rom, con richiesta di provvedimenti immediati verso chi commette reati e conseguenteespulsione per chi delinque, in modo da far scontare la pena nel proprio paese d’origine.
  • Misure di contenimento tese all’eliminazione della prostituzione in strada, con l’impegno presso il Governo nazionale affinché venga istituito il reato di prostituzione.
  • Interventi sull’accattonaggio molesto, l’abusivismo commerciale, il racket dei parcheggiatori abusivi e dei mendicanti.
  • Più presidi delle forze dell’ordine sul territorio, con più commissariati di Polizia e caserme dei Carabinieri, specialmente nelle zone periferiche della città, con parallelo incremento dell’illuminazione stradale, soprattutto nelle aree suburbane e in corrispondenza delle zone di uscita e parcheggio delle fermate della metropolitana.
  • Impegno per l’istituzione della figura del “vigile di quartiere”, come deterrente verso la microcriminalità a tutela di cittadini ed esercenti.

Scuola

  • Impegno per il ripristino dell’insegnamento dell’educazione civica e dell’inno nazionale ai giovani, rivalutazione e riscoperta delle nostre tradizioni, usi e costumi, e della cultura popolare locale.
  • Destinazione di maggiori e più incisive risorse per la manutenzione e la messa in sicurezza delle scuole, con precisa mappatura delle criticità degli istituti.
  • Promozione e incentivazione degli asili nido aziendali.

Politiche sociali

  • Inserimento del criterio di preferenza nazionale per l’accesso alle case e ai servizi sociali, come gli asili nido. Prima i cittadini romani e poi i cittadini stranieri.
  • Censimento reale del patrimonio immobiliare inoccupato su Roma per assegnare gli alloggi ai cittadini in graduatoria; controllo rigoroso delle graduatorie per le assegnazioni delle case popolari e dei loro criteri.
  • Interventi di edilizia residenziale pubblica e housing sociale con particolare riferimento alle nuove fragilità, come quella dei padri separati e giovani coppie.
  • Promozione dello Sportello SOS Violenza Donne.

Vigili urbani

  • Riqualificazione del Corpo di Polizia Locale in osservanza alla delibera da me presentata e approvata su mia iniziativa in Comune.
  • Corsi di aggiornamento del Corpo di Polizia Locale sulla base delle nuove competenze richieste, con adeguamenti ai parametri presenti nelle altre Capitali europee.
  • Maggiori risorse da destinare all’equipaggiamento del Corpo, mezzi e divise.
  • Istituzione del fondo per il patrocinio e l’assistenza legale gratuiti per la tutela durante il servizio

Mobilità

  • Mantenimento dell’uso gratuito dei mezzi pubblici per anziani, donne incinte, e tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine o chi presta servizio di pubblica utilità.
  • Regolamentazione di manifestazioni e cortei su orari e spazi predefiniti al fine di conciliare il diritto a manifestare con il diritto alla mobilità dei cittadini.
  • Potenziamento e intensificazione linee trasporto su gomma e ferro (autobus e metro)
  • Più fondi per manutenzione stradale, ripristino e messa in sicurezza della rete viaria.
  • Limitazione dell’accesso e circolazione nell’area del centro storico ai pullman turistici, attraverso una razionalizzazione dei circuiti di transito e stallo.
  • Reinserimento, al pari della altre maggiori capitali europee, del bigliettaio sui mezzi pubblici di superficie, come deterrente alla pratica dell’utilizzo senza titolo di viaggio del Tpl e figura di ulteriore garanzia a sicurezza e tutela dei viaggiatori contro la piccola delinquenza.
  • Incremento della mobilità sostenibile con maggiori postazioni per il bikesharing, impegno per un “raccordino” della ciclabilità che possa agevolare l’impiego della bicicletta soprattutto nell’area urbana. Riqualificazione della pista ciclabile, incentivazione all’uso delcarsharing in particolare a livello aziendale.

Commercio

  • Contrasto all’abusivismo commerciale e precisa regolamentazione della cartellonistica contro i manifesti abusivi che minano il decoro urbano.
  • Revisione delle attività di commercio ambulante sul territorio, particolarmente in corrispondenza delle aree di pregio della città.Riqualifica dei mercati rionali. Interventi fiscali di competenza comunali per agevolare la sussistenza delle attività commerciali e rilanciare l’occupazione.
  • Promozione e tutela del “made in Italy” e del “made in Rome” attraverso campagne di sensibilizzazione all’acquisto consapevole; difesa delle attività specialmente del centro storico, per inibire la proliferazione di attività commerciali non di pregio o degradanti del contesto storico, architettonico e archeologico della Capitale

Fisco e usura

  • Contrasto ad Equitalia e alle sue misure vessatorie, con relativa approvazione del passaggio ad altre realtà meno impattanti sulla vita del contribuente.
  • Promozione dello “Sportello antiusura” a difesa delle vittime di questo fenomeno attraverso percorsi di sostegno psicologico e delle istituzioni.

Guarda le interviste.                          turismo e lavoro                           periferie                                banda larga

Conosco personalmente Dario Rossin da oltre 10 anni. Credo che lui sia veramente l’uomo forte che la destra italiana non ha mai avuto. Contrastato spesso per le sue radici veramente di destra. Spesso è stato intercettato come un competitor irruento e determinato all’interno del partito, per questo è stato spesso contrastato con intrighi da gartopaddestichi miscelati ai quaquaraquà di vicina memoria. Volente o nolente Rossin è la destra, quella con la “schiena diritta”

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …