Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Attualità

Inchiniamoci a SCHETTINO!

Scritto da on mercoledì, 1 Febbraio 2012No Comment

Rovistando tra i miei documenti del computer, ho trovato un articolo che salvai tempo fa sfogliando le varie testate giornalistiche del Paese. La mia attenzione fu catturata da un fantastico pezzo di Massimo Gramellini, giornalista di La Stampa :

Diciamo che questo articolo, mette in luce la mediocre italianita’ rappresentata e personificata nella figura tragicomica del comandante campano. L’italiano medio, infatti, puo’ essere descritto e sintetizzato come una figura “burlesca”, truffaldina, approssimante e approssimata, superficiale, viscida, estimatrice del “banale ricercato”, ammaliatrice come il Jerry Cala’ dei tempi d’oro, irresponsabile e incapace di bere la cicuta. Manifestandosi come fosse un istrione e pavoneggiandosi di meriti, ma soprattutto demeriti e privilegi, con annessi sotterfugi, ecco che l’uomo italico sfoggia al braccio il suo Rolex, per giunta rotto, e la sua camicia di Burberry “tarocca”. Impreziosendosi la bocca di un volgare dialetto, si destreggia tra il brillante millantare e la cruda realta’, che sa di doverlo punire e redimere per il suo fare spavaldo. Eredi piu’ vicini di chi fece la storia del mondo, sembriamo aver dimenticato tutto. L’etica, la morale, la politica, la civilta’, l’amore per il prossimo e per la propria terra. Sembra esserci rimasto solo l’amore per noi stessi, anzi, solo per il nostro specchio!

Ed eccoci servito su un piatto bollente ed “internazionale” la prova di quanto, tanti italiani cercano di smentire alla faccia del mondo con duro impegno e correttezza. Noi non siamo cosi’, o meglio, possiamo essere migliori! Non bisogna generalizzare, non bisogna dire che tanto, gli Italiani, sono Schettino. Non bisogna trovare scuse o giustificazioni, a Schettino non e’ scoppiata una gomma ed e’ andato fuori strada. Io, forse, non riesco ad accettare il fatto di avere reminescenze genetiche dell’italico capitano, o forse sara’ che mi vergogno a prenderne coscienza, ma questa e’ la dura verita’.

Adesso chiedo a voi, se ci fosse una fila lunghissima e voi aveste fretta, fareste finta di svenire pur di passare davanti a tutti?

GIOVANNI MARIA LEPORI

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2