Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cinema

Gianni e le donne. Un nuovo capitolo del mondo di Gianni di Gregorio.

Scritto da on sabato, 19 Febbraio 2011No Comment

Gianni Di Gregorio è un personaggio strano nel panorama cinematografico italiano.  Per Pranzo di Ferragosto nel 2008 vinse il David di Donatello come miglior regista esordiente. All’anagrafe però c’è segnata classe 1949. Proprio il paradosso di un esordiente a sessant’ anni ci fa entrare nel mondo particolare di Gianni. Siamo infatti di fronte a un cinema che riesce ad essere fresco ma non necessariamente giovane, almeno nel senso più abusato del termine. Una vitalità che innanzitutto è quella della macchina da presa: le immagini in digitale di Di Gregorio sono quelle del quotidiano, e la storia, i personaggi e gli attori assecondano quest’idea di giornata qualunque che passa davanti ai nostri occhi. Ogni cosa che vediamo in Gianni e le donne, così com’era in Pranzo di Ferragosto, rimanda un senso di famigliarità che   percepiamo notando le strade di Trastevere, la naturalezza domestica del mangiare-bere-dormire, del passeggiare, i volti perfetti e i personaggi che si chiamano con i nomi dei rispettivi interpreti. Il motore principale di Gianni Di Gregorio sembrerebbe dunque il raccontare se stesso e l’arrivo della terza età con le conseguenze che ne comportano, ma si tratta ovviamente di una tecnica e di un gioco. Il gioco è appunto quello ambiguo di fornirci una copia quasi assoluta del reale (persino la figlia interpreta se stessa nel film) e divertirsi poi a far subentrare delle situazioni che coinvolgono e modificano, volente o nolente, il nostro eroe. In questo caso è l’ossessione per le donne, quasi più una ricerca indotta da chi gli sta intorno (“sento in giro che hanno tutti l’amante, solo io no”). E come nella realtà di ogni giorno, Di Gregorio ci aiuta a (ri)scoprire che la terza età non è un mondo uniforme, ognuno vive a modo proprio i cambiamenti dell’età: un anziano non è uguale all’altro. Eppure allontanandosi da tanti stereotipi che affliggono il nostro cinema, il mediocre e poco convinto Don Giovanni Di Gregorio, non riesce a sfuggire quello più insormontabile, proprio perché veritiero: ovvero il pallino della solitudine. Nella sua sincerità, anche nel suo anticonformismo, Gianni non può sottrarsi a un problema quello sì comune a tanti, la cui soluzione potrebbe essere una donna, che dunque più che mai rappresenta l’esorcismo contro gli anni che passano, qualcosa di palliativo a questo dolore leggero ma costante. Non fraintendiamo, se il fondo è amaro, tuttavia la superficie è sempre colorata, e Gianni e le donne diverte in molte situazioni, specie nelle dinamiche domestiche, vista anche la straordinaria capacità dell’attore principale che subisce senza mai battere ciglio tutte le sorprese che la vita gli riserva. Spassosi soprattutto i duetti col fidanzato ventenne della figlia, che ci mostrano anche come l’amicizia possa accettare, perché no, le grosse differenze d’età.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …