Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cinema

Nel segno di Neil Jordan

Scritto da on domenica, 28 Novembre 2010No Comment

Neil Jordan

L’alfa e l’omega. Per una felice circostanza l’Irish Film Festa ha potuto mettere in programma, nello stesso giorno, il film d’esordio e l’opera più recente di Neil Jordan, grande regista irlandese che nel 1992 vinse anche l’Oscar, con La moglie del soldato. Per una circostanza di gran lunga meno fortunata il festival non ha potuto dare il benvenuto ad uno degli ospiti più attesi: purtroppo Stephen Rea, l’attore che proprio con Jordan ha sviluppato nel corso degli anni uno straordinario sodalizio artistico, è rimasto bloccato a Dublino per colpa delle intemperie che si sono abbattute in mattinata sul locale aeroporto. Un doppio peccato, considerando che l’incontro col pubblico si sarebbe giovato di un legame diretto tra lui e tutti i lungometraggi programmati sabato 27; non soltanto i film diretti da Jordan, quindi, ma anche Nothing Personal di Urszula Antoniak, regista di nazionalità polacca che voluto ambientare proprio in Irlanda l’incontro tra due spiriti chiusi, solitari, dando vita a una pellicola capace di sprigionare momenti alti, intensi, ed altri francamente un po’ forzati, finanche noiosi.

Torniamo però al piatto forte del giorno, ovvero Neil Jordan. La chicca ci è stata servita nel primo pomeriggio. Angel, datato 1982, è come dicevamo il suo primo lungometraggio, accolto all’epoca con non poche polemiche dovute al sostegno economico che il nascente Irish Film Board, a discapito di cineasti già lanciati, volle concedergli. A conti fatti Angel è un’opera che rivela già grandissima personalità. La storia è ritagliata intorno alla parabola estrema di un sassofonista (interpretato per l’appunto da Stephen Rea) il quale, dopo aver assistito impotente alla vile uccisione di una ragazza, si trasforma in implacabile giustiziere nell’Irlanda del Nord già devastata dal conflitto; abbandonando così lo strumento a lui caro, il sax, in favore di un mitra. Modelli cinematografici altri sembrano stagliarsi sullo sfondo, per questa fitta trama di vendette dai risvolti sempre più foschi: echi di Antonioni, citato almeno una volta in modo esplicito; ellissi vertiginose; uso espressivo del sonoro; figure intrise di purezza come la ragazza assassinata, che possono far pensare anche alla poetica di Wenders. Colpisce e risulta persino un po’ straniante, volendo, il profilo esistenziale di un’opera che a tratti si differenzia dai toni più realistici dei film realizzati, in tempi più o meno recenti, sulle varie fasi della crisi nordirlandese.

Colin Farrell e Stephen Rea nel film Ondine

L’ultimo film realizzato da Neil Jordan non sembra invece possedere il vigore degli esordi, risultando al limite carino e poco più. Ondine è una favoletta non priva certo di coloriture drammatiche, il cui spunto iniziale coincide col ritrovamento in mare di una misteriosa ragazza, scambiata poi per una particolare sirena delle tradizioni celtiche, da parte di un solitario pescatore, il burbero Syracuse. Discretamente assemblato il cast, coi ruoli di spicco assegnati alla bella Alicja Bachleda, deliziosa sirena, e ad un energico e comunque tormentato Colin Farrell, i cui secchi dialoghi col prete impersonato dal solito Stephen Rea sono forse la cosa migliore del film. Ma anche se i toni da fiaba nera e malinconica sono simili a quelli che l’autore predilige, l’ispirazione sembra procedere a corrente alternata.                

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …