Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cinema

The Ward: il ritorno di John Carpenter

Scritto da on lunedì, 18 Aprile 2011No Comment

Ebbene sì il buon vecchio John è tornato. Parliamo di John Carpenter, autore che ha fatto tremare di paura almeno tre diverse generazioni di spettatori dagli anni ’70 ad oggi. Il creatore di Halloween, La notte delle streghe, La cosa, Il seme della follia e altre pietre miliari della cinematografia horror, è infatti con sala con The Ward – Il reparto a ben dieci anni di distanza dal sottovalutato Fantasmi da Marte. The ward narra la storia di Kirsten (Amber Heard), detenuta in una clinica psichiatrica dove si aggira una presenza maligna che minaccia le pazienti, ignare dell’origine e della natura di questa misteriosa entità. Rispetto alla produzione contemporanea horror salta immediatamente all’occhio la natura classica dell’opera. Trattasi infatti di un film di fantasmi in pura regola, e che rimanda dunque a una serie di tipicità in pura tradizione gotica. Niente cellulari, fotografie o schermi che fanno da viatico per il fantasma, ma semplicemente presenze date da corridoi bui, spazi angusti e soprattutto dall’indagine sulla mente umana. Pur con una trama a tratti prevedibile, o comunque piuttosto striminzita, Carpenter torna sui suoi passi precedenti e ancora una volta si dedica agli abissi della follia umana. Lo fa, come di consueto, mantenendo viva la tensione per la totalità dei novanta minuti, contrapponendo le trappole della mente a quelle fisiche degli ambienti claustrofobici, con la novità di un cast con protagoniste femminili. L’eroina bionda, e che promette molto bene per bravura interpretativa e avvenenza, sembra appunto un corrispettivo femminile di Jena Plissken, l’antieroe anarchico di 1997: Fuga da New York, in lotta aperta con l’ordine costituito, e assolutamente priva di scrupoli contro chiunque si pari davanti al suo obbiettivo. Ciò che ne scaturisce è un film molto particolare, da una parte con le consuete contrapposizioni tra regole e individualità, bene e male, logica contro irrazionalità, dall’altra con continue descrizioni morbose (lontane da intenti erotici) della psicologia femminile che prendono a mani basse dalla cinematografia di molti film ambientati in manicomio. Un’opera ibrida, strana dunque, che non ha presumibilmente la profondità di contenuti dei suoi film precedenti con le loro critiche al sistema, ma che tuttavia risulta molto godibile soprattutto per chi ama il classico volto della paura. Rispetto alla mediocrità di molti giovani autori horror, Carpenter dimostra di avere molto più da dire, ma purtroppo – vista la lunga mancanza dalle sale – si suppone che il suo essere autore assolutamente personale, privo di compromessi e mai completamente compreso nella sua grandezza, provochi un certo ostracismo nei suoi confronti (in questo senso si giustifica anche l’evidente budget risicato per The Ward). Siamo tuttavia in un momento fortunato per gli amanti del genere, in quanto due grandi maestri della paura sono in sala contemporaneamente: insieme a Carpenter c’è infatti in questo momento anche Wes Craven col suo Scream 4, film che tra l’altro omaggia a più riprese il creatore di Halloween.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …