Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Cinema

Waveriders

Scritto da on venerdì, 26 Novembre 2010No Comment

Ben due documentari hanno caratterizzato la prima giornata di proiezione dell’Irish Film Festa. Il più innovativo, per il modo inconsueto di proporre la quotidianità di persone comuni riprese nelle loro case, è stato senz’altro His&Hers di Ken Wardrop, il quale si è preso una doppia soddisfazione, con questo lungometraggio d’esordio: veder distribuito con successo il suo lavoro nelle sale irlandesi e ricevere anche un premio al Sundance Film Festival. Ma è nostro desiderio soffermarci sull’altro documentario in vetrina, Waveriders di Joel Conroy, che, pur lavorando su una formula più tradizionale e non altrettanto risolta, ha dispensato forti emozioni nel rappresentare l’elettrizzante pianeta del surf.

Siamo pronti a scommettere che il coinvolgimento emotivo di chi pratica questo sport, che è anche consapevole sfida alla forza della natura, possa raggiungere picchi altissimi durante la visione di un film come Waveriders. Ma anche quella parte del pubblico che non condivide, almeno a livello pratico, tale passione, farà fatica a non farsi trascinare dalla bellezza delle immagini. Riprese incredibili di uomini che sfidano sulle loro tavole le onde più alte, panorami da favola, greggi di pecore che accarezzano le superfici erbose con il loro passaggio, mentre sullo sfondo si stagliano immense pareti di roccia a picco sul mare: questa è l’Irlanda, un po’ alla National Geographic, che il film di Joel Conroy si compiace di raffigurare, affidandosi anche e soprattutto ai racconti di chi ha scelto il surf come filosofia di vita. Ed è proprio dal racconto che prendono forma le storie di figure leggendarie del passato, come quella di George Freeth (1883 -1919), appassionante quanto un romanzo di Salgari: di questo eroico personaggio nato alle Hawaii ma con sangue irlandese nelle vene, che fu un pioniere del surf come anche del salvataggio in mare, si sciorinano aneddoti fantastici, fra i quali lascia a bocca aperta quello dell’incontro col grande Jack London. Il film in sé soffre di non pochi squilibri, con una prima parte più varia stilisticamente (bello e vivace il montaggio, che accorpa pure alcune striscie stile fumetto), ed una conclusione non altrettanto ispirata, tendenzialmente monocorde. Ma l’impatto visivo rimane sempre molto forte, fino a creare un effetto quasi ipnotico.

Comments are closed.

Cultura »

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la VII Edizione del PROGETTO YOUNG

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la  VII Edizione del  PROGETTO YOUNG

Nel weekend del 30 e 31 Marzo l’Università Tor Vergata porta a Euroma2 l’iniziativa “L’Ospedale dei Pupazzi”
Prosegue il progetto ideato ed organizzato da Euroma2 per l’Educazione Civica, indirizzato agli alunni delle Scuole elementari di Roma, perpuntare l’attenzione sui valori …

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2