Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Comune di Roma, Design e Moda

Assestamento di bilancio i lavori procedono con poca armonia

Scritto da on giovedì, 25 Novembre 2010No Comment

Onorevole il 30 novembre p.v. bisognerà consegnare l’assestamento di bilancio, come procedono i lavori?
Il carteggio presentato in commissione e relativo all’assestamento di Bilancio non convince il PD, un esempio su tutti, a soli 4 mesi di distanza dall’approvazione del bilancio di programmazione si registrano 18 milioni di euro in meno di entrate. La mancanza di queste entrate è da imputare, per quanto concerne le entrate più consistenti, da una parte, 11 milioni di euro, allo Stato che deve ancora al comune i soldi per supplire al mancato incasso dell’Ici, e dall’altro alla flessione delle entrate per occupazione del suolo pubblico, 5 milioni di euro. Questo significa che il sindaco Alemanno è già in piena contraddizione, le ipotesi sono due, per quanto riguarda gli 11 milioni di euro in meno, o hanno malfatto i conti di previsione delle entrate durante l’approvazione del bilancio oppure il Governo, come è solito fare, dice una cosa al Sindaco e poi ne fa un’altra. Per quanto concerne, invece, l’altra macro-voce di mancata entrata, questa conferma che la tanto sbandierata operazione di recupero o controllo dell’evasione ed elusione fiscale ha trovato il suo “tonfo” amministrativo in questo assestamento. A fronte di questo, quindi, il Sindaco si è visto costretto a fare un taglio sulla spesa corrente di 28 milioni di euro. Ad oggi noi non sappiamo esattamente quali siano queste spese che verranno tagliate, dovremo analizzarle nelle prossime sedute della commissione. Detto questo, ci è stata proposta una manovra per la spesa corrente che non ci convince, questa propone cose minimali, ad esempio noi abbiamo fatto una proposta importante per la creazione di comunità per disabili, proposta che per essere realizzata richiede un investimento di 2 milioni di euro, n’è stato preventivato uno, ma di questo argomento discuteremo durante gli incontri della commissione. Un altro esempio è quello che riguarda i piani di zona, un altro cavallo di battaglia del centro sinistra, noi avevamo lasciato ad Alemanno una progettazione molto articolata e dettagliata, hanno messo in campo soltanto 10 milioni, mentre le stime ci parlano di una necessità effettiva di 50 milioni per le opere di urbanizzazione. Questi soldi in più che noi chiederemo, potrebbero servire anche per il riattivarsi delle piccole e medie imprese che stanno soffrendo molto a causa di questa crisi. Altro aspetto di questa manovra è quello che tende ad accentrare i fondi, il Sindaco Alemanno per la terza volta, questo il numero delle manovre, tende ad accentrarli, noi, invece, proponiamo di aumentare i fondi, anche quelli riservati alla manutenzione, che, ad oggi, sono previsti in 6,3 milioni, e di distribuirli ai Municipi. Un ultimo commento, invece , fa fatto sul piano investimenti, il centro destra ha portato nel bilancio di assestamento come investimento l’acquisto di treni per la metro B per un valore di circa 163 milioni di indebitamento, a questo proposito noi diciamo che non è il tempo dell’assestamento quello per fare investimenti così ingenti e aggiungiamo, anche, però, che là dove ci sarà un impegno fattivo il PD ci sarà, non a caso abbiamo presentato circa 2000 emendamenti e lotteremo per portare a casa le nostre proposte.

Per tornare sul discorso dell’accentramento, i municipi soffrono, le piccole e medie imprese, molto spesso fornitori, patiscono per i ritardi nei pagamenti, oltretutto sembra che questa politica non abbia pagato in termini di risparmio, lei non pensa che bisognerebbe discutere anche di questo durante l’assestamento di bilancio?
Questo è un tema di discussione che abbiamo proposto ad Alemanno, ma oggettivamente è difficile riuscire a lavorare con questa giunta. Pensando ad esempio alla centrale unica degli acquisti, che era un’idea anche della sinistra, noi immaginavamo un risparmio a regime di circa 40 milione, loro hanno esagerato ipotizzando addirittura un risparmio di 200 milioni, ma al di là dei numeri, l’idea poteva anche essere buona, ma prima di arrivare ad un regime vero e proprio andavano fatti alcuni passaggi, ad esempio, bisognava rendere autonomi i Municipi sui temi legati ai servizi ai cittadini, i servizi sociali, la manutenzione alle scuole e alle strade; dando ai Municipi queste risorse snelliremmo le procedure amministrative. Per quanto concerne le piccole e medie imprese, invece, entra in gioco il famoso concetto del piano di rientro, quindi la fase commissariale, cosa per cui il Governo dice di essere intervenuto, deve al comune circa 2 miliardi e mezzo,ovvero i soldi per pagare i sospesi con i fornitori. Noi chiediamo ad Alemanno di uscire da questa contraddizione, il Governo è amico oppure no, ci darà i soldi oppure no? Ad oggi noi non troviamo risposte a questi quesiti, il sindaco deve sciogliere questo nodo.
Il Comune di Roma ha una strategia, una programmazione?
Noi diciamo di no e lo diciamo con forza, ma anche con un po’ di rammarico, perché il centro sinistra aveva lasciato in eredità a questa città una serie di argomentazioni e progettazioni su molti temi, avevamo un’idea di una Roma policentrica, ad esempio, idea che manca totalmente al sindaco Alemanno. Noi denunciamo come a lui e alla sua giunta manchi una visione completa della città e dei suoi bisogni, noi, ad esempio, questa mattina abbiamo proposto l’istituzione di una commissione bipartisan che analizzi i fabbisogni standard che arriveranno, in vista, dell’attuazione del federalismo fiscale.

È possibile vedere l’intervista cliccando sul link: Italiatube

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …