Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Attualità, Comune di Roma, Cultura e Libri

In punta di matita | Incontro con Alessandra Giovannoni, la sua pittura, i suoi luoghi

Scritto da on giovedì, 31 Marzo 2011No Comment

Museo Carlo Bilotti Villa Borghese / Fontana dalla Vasca Rotonda
Domenica 3 aprile 2011 ore 10.30

La pittura di Alessandra Giovannoni si avvale di grandi spazi e si dispiega in vaste tele ma nasce da piccoli appunti visivi, ripresi dal vero nei quali annota i diversi punti di vista del luogo prescelto, i colori, le ombre e le luci a seconda dell’ora del giorno e del periodo dell’anno.

Da questa sua consuetudine nasce l’idea di un incontro in cui, dopo aver visitato la mostra, sarà possibile fare l’esperienza di vivere lo stesso luogo dipinto da Alessandra Giovannoni – la fontana dalla vasca rotonda di fronte al Museo Bilotti – immergersi nella natura in compagnia dell’artista e provare noi a guardarlo e a trovare il nostro personale sguardo utilizzando lo stesso suo mezzo, ovvero la penna o la matita, per ottenere un disegno al tratto.
Aggirarsi per le sale del Museo Carlo Bilotti sarà, grazie alle suggestioni ispirate dall’artista Alessandra Giovannoni, come passeggiare nei giardini, nelle strade, tra i monumenti di Roma che tutti conoscono, che sono reali perché se ne possono distinguere e riconoscere i particolari, ma allo stesso tempo, trasfigurati dalla luce e dal colore, sono anche uno spazio dell’anima.

Dall’11 marzo all’8 maggio 2011 il Museo Carlo Bilotti ospiterà la mostra “Alessandra Giovannoni. In cammino”, a cura di Maria Grazia Tolomeo, promossa da Roma Capitale Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali, realizzata in collaborazione con la Galleria Il Segno, organizzata da Zètema Progetto Cultura. Il catalogo è edito da Palombi Editore e contiene anche un testo critico di Maria Grazia Tolomeo e un testo poetico di Marco Lodoli.

La mostra riunisce, per la prima volta a Roma in una mostra in uno spazio istituzionale, alcuni dei principali lavori eseguiti dall’artista tra gli anni ’90 e il 2010, 30 oli di grandi e piccole dimensioni, e che rappresentano il suo sguardo poetico sulla Roma che percorre nelle sue passeggiate giornaliere da casa fino a Villa Borghese attraversando Porta Pia, Via Nomentana, il Quirinale, Piazza del Popolo. Saranno esposti anche alcuni acquarelli, carte, taccuini e appunti della pittrice. Saranno esposti tre grandi trittici raffiguranti Piazza del Popolo, il Parco dei Daini, La Fontana tonda di Villa Borghese, quest’ultimo realizzato appositamente per la mostra.

Alessandra Giovannoni è tra i protagonisti di quel ritorno alla pittura che a Roma ha un nutrito gruppo di adepti del quale oggi può essere considerata la capostipite e che ha, come soggetto privilegiato la città, il paesaggio, la realtà che ci circonda.
La sua pittura è il risultato di lunghe, continue passeggiate, disegni, appunti, annotazioni che ne fissano l’ora, il giorno, il mese. I tagli sono allungati, spesso il paesaggio è reciso nella parte superiore per afferrare lontananze, sfumature. Lo spazio è folgorato dalla luce, dal colore, smantellato dalle pennellate che lo rendono inquieto, mobile.
Alessandra Giovannoni dipinge ciò che vede, l’ora canicolare, il tramonto, l’alba, le ombre e torna a camminare nello stesso posto, a dipingere la stessa panchina, la stessa piazza, lo stesso gruppo scultoreo con una ossessione che diviene il segreto per comprendere le leggi che governano la natura e la storia. Afferra, nell’arco del tempo, i momenti in cui la luce affoga negli intonaci rosa, si disperde nel verde del fogliame, in cui il blu del cielo ricopre interamente strade, palazzi, monumenti, descrive figure che abitano lo spazio toglie loro ogni riferimento narrativo per trasformarle in eroi grandi, possenti, che emergono dalle strisce pedonali, dalle panchine, dal pavimento e diventano camminatori di una realtà metafisica e solenne.

L’opera di Alessandra Giovannoni è stata seguita fin dagli anni Ottanta da storici e critici d’arte tra cui, oltre a moltissimi altri: Lorenza Trucchi, Marisa Volpi, Maurizio Calvesi, Fabrizio D’Amico, Lea Mattarella, Carlo Alberto Bucci, Enzo Bilardello, Augusta Monferini, Marco Di Capua.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …