Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cultura e Libri

Itinerari del gusto – Alimento povero ma sano e buono: la patata

Scritto da on lunedì, 17 Gennaio 2011No Comment

Un buon contorno, invernale ed estivo, rende sempre più piacevole un pasto, soprattutto se si tratta di un alimento sano e piacevole. Parliamo oggi della patata, quasi onnipresente nelle composizioni delle pietanze o anche dei dolci. Nella Regione Lazio abbiamo due zone di coltivazione piuttosto famose in Italia: il viterbese e il reatino.
Da oltre quarant’anni in provincia di Viterbo, la patata viene coltivata come coltura da reddito, e ha preso il posto delle fragole. Nel cambio forse ci abbiamo guadagnato tutti, poiché i campi che si trovano intorno a Grotte di Castro, hanno dimostrato doti miracolose e inespresse con le precedenti coltivazioni. Infatti le condizioni climatiche, favorite dal sistema collinare dei Vulsini e dalla presenza mitigatrice del Lago di Bolsena, consentono la produzione di una patata-super, che è entrata di diritto nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali. La produzione di questo “tubero” si afferma nell’Alto viterbese, (intorno agli anni ’60 del secolo scorso) come coltura tipica, nel comprensorio che include i comuni di Grotte di Castro, San Lorenzo Nuovo, Gradoli, Latera, Acquapendente, Onano, Bolsena e Valentano e oggi, questo areale è uno dei più importanti siti di produzione nazionale. E’ forse per tale ragione, ma non solo, che l’intera zona lacuale è frequentata ogni anno, prevalentemente d’estate, da migliaia di olandesi, danesi e tedeschi che di patate se ne intendono.
Altrettanto squisita e famosa è la patata di Leonessa, territorio che dal 1990 le dedica una sagra molto nota e frequentata da tutti gli abitanti della regione. Questa sagra nata sottotono è divenuta ora una delle manifestazioni più importanti della Provincia di Rieti, che valorizza uno dei prodotti di punta della economia agricola territoriale. Qui troviamo sia la patata a pasta gialla che quella a pasta rossa, ed è tra le qualità italiane più pregiate.
I modi di cucinarla sono infiniti, ma se è lecito esprimere una preferenza, chi scrive le adora cotte “al forno”. Comunque niente male se accompagnata da carni, pesci e funghi. La zuppa di patate, tanto cara alle nostre nonne, è da venerare. Ma questo prodotto piace molto anche ai giovanissimi e ai bambini, soprattutto se preparato “al fiammifero”. Per non parlare poi degli gnocchi al sugo, con una spolverata di pecorino romano, leccornia regionale tipica, che fa la fortuna di centinaia di ristoranti di tutta la regione.

Ricetta Pasta e patate

Ingredienti: 4 o 5 patate; un cucchiaio di olio extravergine d’oliva; 50 gr. di guanciale; mezza cipolla; un ciuffetto di prezzemolo; 300 gr. di cannolicchi; 60 gr. di pecorino grattugiato.
In una pentola di coccio soffriggere con un cucchiaio di olio un battuto di guanciale, cipolla e prezzemolo. Aggiungere acqua e patate tagliate in dadini, sale e pepe. Quando le patate saranno cotte, allungate con altra acqua e pecorino.

di G.M. Ardito

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …