Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Cultura

X edizione di Fotografia Festival Internazionale di Roma ospita la mostra di Antonio Di Cecco ‘Controspazio. La terra negata all’identità’

Scritto da on giovedì, 22 Settembre 2011No Comment

In occasione della X edizione di Fotografia. Festival Internazionale di Roma l’Iccd – Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione – ospita la mostra di Antonio Di Cecco ‘Controspazio. La terra negata all’identità’ curata da Leonardo Palmieri. I centri storici minori che costituiscono il cratere aquilano, ossia l’area interessata dall’evento sismico, sono ancora inaccessibili: ciò è dovuto allo “stato di emergenza”, cioè quella particolare condizione di sospensione della legislazione condivisa che il territorio aquilano conosce dall’indomani del sisma. In questi due anni Antonio Di Cecco ha attraversato la zona rossa dell’Aquila, esplorato i nuovi insediamenti abitativi limitrofi al capoluogo – questo lavoro è confluito nelle mostreL’AQUILA. Città temporanea’, un progetto di ‘fotografia partecipata’ che costituisce la documentazione visiva del lavoro svolto dal Collettivo99 (giovani tecnici aquilani) ospitata durante il Reportage Atri Festival 2010  e ‘JUNKSPACE. Uno sguardo sul territorio aquilano’ ospitata nel circuito di Festival 2010. Dall’inizio del 2011 Di Cecco ha iniziato ad allargare il suo sguardo, spingendosi così nel territorio circostante. Il lavoro “CONTROSPAZIO. La terra negata all’identità” è una ricerca sulle realtà dei centri minori dimenticati in maniera ancora più drastica dell’Aquila. La condivisione degli spazi domestici e degli spazi pubblici è stata del tutto recisa non solo dal sisma ma anche dalle scelte politiche riguardanti la gestione del territorio: intere comunità rischiano di essere cancellate. Il suo lavoro è tutt’ora in progress, in un voler rivendicare il desiderio di appartenenza a questa terra, alla sua cultura, alla sua storia. La mostra, stampata da Davide Di Gianni che ha seguito il lavoro sul territorio aquilano sin dalle prime fasi, è divisa in sei sezioni, costituite da quattro immagini ciascuna, che sottendono quel dramma di disgregazione identitaria che si è e si continua a consumare. La coerente ricerca fotografica di Antonio pone  come elemento centrale della sua visione l’interazione tra architettura e paesaggio e la ricognizione sui luoghi forti della memoria collettiva.

Un video, girato nei mesi immediatamente successivi al sisma nella zona rossa dell’Aquila, ripropone il lento attraversamento della città, che è alla radice del suo lavoro.

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2