Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Musica

Gala Rachmaninoff: Matheuz sul podio Il pianista Bronfman ammalato. Il Concerto n. 3 interpretato da Romanovsky

Scritto da on lunedì, 6 Dicembre 2010No Comment

A causa di una improvvisa indisposizione il pianista Yefim Bronfman è costretto a rinunciare ai concerti di sabato 4, lunedì 6 e martedì 7 dicembre con l’Orchestra di Santa Cecilia diretta Diego Matheuz per il Gala Rachmaninoff.
Pertanto il Concerto per pianoforte n. 3  sarà interpretato da Alexander Romanovsky, astro emergente del concertismo internazionale, vincitore nel 2001, a soli 17 anni, del prestigioso Concorso “Ferruccio Busoni”. Di lui Carlo Maria Giulini ha parlato come di “un pianista di grande talento” e attualmente è il solista di riferimento di molti direttori tra i più celebri e, in particolare, di Valery Gergiev.

Apre il concerto di sabato 4 (Sala Santa Cecilia, ore 18.00 repliche 6 ore 21, martedì 7 ore 19.30) un brano di raro ascolto come la Sinfonia n. 1 in re maggiore op.13 scritta da un giovanissimo Rachmaninoff, due anni dopo il diploma al Conservatorio di Mosca, ed eseguita la prima volta il 16 marzo 1897 al Conservatorio di San Pietroburgo con un colossale insuccesso (dovuto in gran parte alla pessima direzione di Glazunov, completamente ubriaco) che la fece presto dimenticare e che provocò nell’autore una crisi depressiva gravissima durata più di tre anni. Riscoperta negli anni Quaranta del secolo scorso, la Sinfonia fu ampiamente riabilitata grazie al grande direttore Eugène Ormandy che nel 1947 la eseguì con la sua Philadelphia Orchestra mettendone in risalto gli accenti zingareschi e quella vena nostalgica aperta da ampie parentesi liriche che sono caratteristiche tipiche di Rachmaninoff.
Nella seconda parte, quindi, il celeberrimo Concerto in re minore op.30 (ormai noto a tutti come Rach 3 dopo il film “Shine”), interpretato appunto da Romanovsky,  composto nel 1909, quando Rachmaninoff era al vertice della fama, ed eseguito dall’autore a New York per la prima volta nel novembre dello stesso anno con Walter Damrosch sul podio e poi nel gennaio successivo sotto la prestigiosa bacchetta di Gustav Mahler; in questo occasione lo ascolteremo da una star di prima grandezza come il pianista russo-israeliano Yefim Bronfman.

Il Concerto in re minore op.30 di Rachmaninoff sarà anche protagonista del Family Concert di domenica 28 alle ore 12 (ore 11 introduzione all’ascolto).

Alexander Romanovsky
Descritto da Carlo Maria Giulini come “un pianista di grande talento”, Alexander Romanovsky si è affermato sulla scena internazionale vincendo il Primo Premio del prestigioso Concorso Internazionale “Ferruccio Busoni” di Bolzano, all’età di diciassette anni. Hanno fatto seguito due CD per la Decca con musiche

how to get your ex back

di Schumann, Brahms e Rachmaninoff, molto apprezzati dalla critica internazionale. Il New York Times lo ha definito “speciale, non solo possiede una tecnica straordinaria e la creatività nei colori e nella fantasia, ma è anche un musicista sensibile e un lucido interprete”. Nato in Ucraina nel 1984, Alexander Romanovsky si è trasferito in Italia per studiare all'Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola. Inoltre ha ottenuto l'Artist Diploma presso il Royal College of Music di Londra, in seguito agli studi svolti con Dmitry Alexeev.
Recentemente si è esibito da solista  l’ Orchestra del Teatro Mariinsky diretta da Valery Gergiev,  con la Russian National Orchestra diretta da Mikhail Pletnev, con la Royal Philharmonic Orchestra al Barbican di Londra e la English Chamber Orchestra.  E’ stato invitato dai maggiori festival europei, tra i quali La Roque d’Anthéron in Francia, il Klavier-Festival Ruhr in Germania, lo Chopin Piano Festival in Polonia ed è stato più volte ospite del Festival Internazionale di Brescia e Bergamo. Ha tenuto recital alla Wigmore Hall di Londra, al Festival delle Notti Bianche di San Pietroburgo, al Festival di Bolzano, al Festival de Colmar (Francia) e all’ East Neuk Festival (Scozia). Ha recentemente inciso il Concerto N.1 e N.2 di Glazunov con la Russian National Orchestra diretta da José Serebrier per Warner e le Variazioni Diabelli di Beethoven per Decca.
Nella stagione 2010/2011 è stato invitato al Ravinia Festival dove sarà in concerto con la Chicago Symphony Orchestra diretta da James Conlon e al Vail Valley Music Festival dove debutterà con la New York Philharmonic diretta da Alan Gilbert. Inoltre tornerà a suonare con la National Philharmonic of Russia e con la Royal Philharmonic Orchestra.
I prossimi impegni includono, inoltre, i concerti con la Stuttgarter Philharmoniker e il recital al Concertgebouw di Amsterdam.

Diego Matheuz
Con Gustavo Dudamel, Diego Matheuz è il miglior talento direttoriale frutto del “Sistema” venezuelano ideato da José Antonio Abreu. Assistente di Sir Simon Rattle, Claudio Abbado, e dello stesso Dudamel, si è subito distinto sul podio dell’Orchestra Mozart, e a soli 25 anni è ormai lanciato verso una carriera che si profila stellare. Già ospite lo scorso anno dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, con la quale aveva riportato qualche mese prima uno strepitoso successo a Lucerna sostituendo all’ultimo momento Antonio Pappano, ha diretto il finale Concerto in Piazza dell’ultima edizione del Festival di Spoleto e, recentemente, un apprezzatissimo Rigoletto alla Fenice di Venezia.

Sabato 4 ore 18, lunedì 6 ore 21, martedì 7 dicembre ore 19.30
Sala Santa Cecilia
Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Diego Matheuz direttore
Alexander Romanovsky  pianoforte


zp8497586rq

Comments are closed.

Cultura »

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la VII Edizione del PROGETTO YOUNG

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la  VII Edizione del  PROGETTO YOUNG

Nel weekend del 30 e 31 Marzo l’Università Tor Vergata porta a Euroma2 l’iniziativa “L’Ospedale dei Pupazzi”
Prosegue il progetto ideato ed organizzato da Euroma2 per l’Educazione Civica, indirizzato agli alunni delle Scuole elementari di Roma, perpuntare l’attenzione sui valori …

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2