Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Musica

Una tempesta da sballo

Scritto da on mercoledì, 14 Marzo 2012No Comment

Thomas Adès per la prima volta alla testa di una grande orchestra italiana a Santa Cecilia nella veste anche di compositore per presentare due suoi capolavori: La Tempesta ispirata a Shakespeare e Asyla, pagina sul mondo delle discoteche e dell’uso di allucinogeni

adobe acrobat 9 pro download

E’ uno dei compositori contemporanei più interessanti e corteggiato da tutti i teatri del mondo che gli commissionano sempre nuovi lavori. E’ l’inventore di un linguaggio musicale innovativo e assai attuale che riesce a coniugare modernità a morbidezza delle melodiche facendole arrivare così dritte al cuore dell’ascoltatore .

“Il comporre è per me un atto compulsivo – dice Thomas Adés – è quasi una patologia, devi farlo perché solo se lo fai ti sbarazzi da questo tic nervoso”. E Thomas Ades, sarà per la prima volta alla testa di una grande Orchestra italiana, in questo caso quella di Santa Cecilia per dirigere, sabato 24 marzo (Sala Santa Cecilia, ore 18, repliche lunedì 26 marzo ore 21, martedì 27 ore 19.30) un concerto “monotematico” in cui,  tra l’altro,  campeggiano due tra le sue composizioni maggiori.

La tempesta è il comune denominatore sotteso alla serata che vedrà in apertura La Tempesta fantasia sinfonica di Čajkovskij cui farà seguito il suo Asyla scritto nel 1997, La Tempesta: suite n. 1 di Sibelius e a conclusione The Tempest: ouverture e scene composto da Adés nel 2004 e presentato a Santa Cecilia in prima esecuzione italiana. Interpreti di ques’ultima  Audry Luna nel ruolo di Ariel e Christopher Maltman in quello di Sebastian.

Nella seconda metà degli anni ’90, dopo il successo di Powder Her Face, la Royal Opera House commissionò ad Adès la scrittura di una nuova opera. Il lavoro divenne una coproduzione con la Copenhagen Opera House e la Opéra National du Rhin di Strasburgo. The Tempest debuttò alla Royal Opera House nel febbraio del 2004. Edward Seckerson del The Independent ha scritto “…Adès ha un istinto viscerale p

how to make money from aquaponics

er il ritmo, un senso infallibile per la magia che insieme potrebbero costituire la chiave di accesso a quel “mondo nuovo” (a brave new world) in cui peccati dei padri non si ripercuoteranno più sui loro figli”. Il libretto di Meredith Oakes è basato sull’omonima opera di Shakespeare. Piuttosto che trasferire direttamente le parole del grande drammaturgo inglese, Oakes ha ridotto il testo dando vita a un libretto compatto in rima.

Nel 2007 Adès ha diretto The Tempest alla Royal Opera House, Covent Garden. La EMI Classics insieme a BBC Radio 3 ne hanno inciso il capolavoro “di una bellezza ariosa e di una forza magica unica” secondo la definizione di Alex Ross del The New Yorker.

Sicuramente Adès è uno dei pochi compositori che fa confluire la musica popolare moderna nelle sue pagine, come si evince in alcune parti del suo magnifico lavoro Asyla, altro brano che verrà proposto nel concerto di Santa Cecilia.

Ad esempio, Adès voleva che il III movimento evocasse “l’atmosfera di una grande discoteca con gente che ballava sfrenatamente sotto l’influenza di sostanze allucinogene”. “Comprai così della musica techno – racconta – e l’ascoltai a volume basso per coglierne il ritmo piuttosto che farmi scoppiare la testa. Mi resi conto che nella musica techno le cose si ripetono 32 o 64 volte. Cercai di orchestrare quella musica la notte stessa, ero nel salone di casa e ripetevo le note su un enorme spartito, 30 pentagrammi in una pagina. Alle 3 del mattino sono andato a letto e mentre ero sdraiato ebbi la sensazione che il mio cuore avesse smesso di battere. Pensai “Cristo, un infarto!”. Chiamai immediatamente l’ospedale e arrivò un’ambulanza. “Il mio cuore riprese a battere lentamente ma il battito si sentiva appena”. L’ambulanza mi condusse al Royal Free dove attesi due ore nel pronto soccorso. Finalmente un dottore mi vide e mi disse “Lei è andato in iperventilazione”. Allora pensai “Dio Mio, grazie. Non è stato il cuore  ma solo la testa…”

 Stagione Sinfonica 2011 – 2012
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
Sabato 24 marzo ore 18,00 – Lunedì 26 ore 21 –  Martedì 27  ore 19,30

Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Thomas Adès
Direttore

Čajkovskij La Tempesta

Adés Asyla

Sibelius La Tempesta: suite n. 1

Adés The Tempest: ouverture e scene

 

Info: www.santacecilia.it – 06 8082058

biglietti da € 18 a € 50

zp8497586rq
zp8497586rq

Comments are closed.

Cultura »

Segreti e Misteri: prova dell’esistenza del cronovisore

Segreti e Misteri: prova dell’esistenza del cronovisore

puntate precedenti:
Segreti e Misteri: il Cronovisore di padre Pellegrino Ernetti
La macchina del tempo e il Vaticano
 
Le prove sull’esistenza del Cronovisore sono fragilissime, per quanto riguarda gli standard scientifici, comprese fotografie dubbie, tra cui una foto …

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2