Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cinema, Primo piano

Aftershock

Scritto da on lunedì, 9 Maggio 2011No Comment

Può anche essere che il fattore emotivo abbia avuto un peso determinante, nell’assegnazione del Gelso d’Oro per l’edizione 2011 del Far East al discusso Aftershock, film che in realtà è apparso poco convincente ad una parte non trascurabile della critica e degli addetti ai lavori. Forte di una messa in scena davvero impressionante, quantomeno nella rievocazione della catastrofe, la pellicola diretta dal veterano Feng Xiaogang (regista che in patria si è conquistato notevoli consensi di pubblico tanto con le commedie interpretate dalla star Ge You che con altre produzioni più recenti, orientate invece verso il dramma) si è avvalsa qui di una curiosa circostanza, direttamente legata alla programmazione del festival: Aftershock è stato infatti presentato il 6 maggio, che sarebbe poi il 35simo anniversario del terribile terremoto che colpì il Friuli nel 1976. Andando oltre tale coincidenza, ovviamente voluta, il film di Feng Xiaogang ha i suoi meriti maggiori proprio nell’impatto spettacolare e terrificante delle immagini con cui si è cercato di descrivere il terrore, la distruzione ed il panorama di morte causati da un altro terremoto, verificatosi anch’esso nel 1976; quello, dagli esiti ancor più distruttivi, che colpì la città di Tangshan in Cina causando lì e nelle zone limitrofe un numero spaventoso di vittime. Circa 240.000, stando alle stime ufficiali. Tratto da un libro di successo pubblicato nel 2006 dalla connazionale Zhang Ling, il lungometraggio di Feng Xiaogang ha una struttura narrativa e un impianto scenico che possono ricordare le scelte, in parte simili, compiute da Clint Eastwood nel recentissimo Hereafter. In entrambi i casi il realismo con cui viene messa in scena la catastrofe, nella primissima parte dei rispettivi film (con la tragedia dello tsunami al posto del terremoto, nella complessa e delicata opera partorita dal vecchio Clint, meno in forma che altrove ma sempre in grado di suscitare emozioni), lascia poi spazio a un segmento narrativo decisamente più lungo che contempla tra le sue colonne portanti l’elaborazione del lutto e le sofferenze interiori che ne derivano, vere e proprie cicatrici dell’anima. Tornando al caso specifico, ovvero ad Aftershock, il tentativo è quello di seguire il destino di un nucleo famigliare lacerato dal sisma, attraverso i decenni successivi al tragico evento, con una atmosfera oscillante tra il desiderio di tornare a vivere e la mestizia dovuta alle dolorose perdite subite, come anche ai sensi di colpa: in particolare quello di una madre, che all’arrivo dei soccorsi si era vista costretta ad optare per la salvezza di uno dei due figli, sacrificando però l’altro. Ecco, se nei momenti più drammatici il film di Feng Xiaogang mantiene un certo appeal, pur forzando a dismisura i limiti del melò, quando si punta ad una maggiore intimità di sentimenti, ad un qualcosa di veritiero, emergono le lacune; lacune dovute anche alla necessità di elogiare, in maniera spesso forzata, lo spirito di sacrificio dei cittadini e il sempre saggio intervento governativo o delle forze armate, assecondando così quei cliché che tendono a rendere pesantemente retorici molti blockbuster realizzati in Cina.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …