Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cultura e Libri, Primo piano

Al Sistina: IL FANTASMA DI CANTERVILLE

Scritto da on giovedì, 7 Aprile 2011No Comment

Una nuova e avvincente produzione de La Compagnia delle Stelle di Anna Maria Piva, nata dal genio creativo di Franco Travaglio, regista, compositore e autore delle liriche italiane, dei capolavori di Andrew Lloyd Webber “Jesus Christ Superstar”, “The Phantom Of The Opera” e, più recentemente, del musical targato Walt Disney, “High School Musical – Lo spettacolo”, realizzato dalla Compagnia della Rancia. Il Fantasma di Canterville è una storia buffa e nello stesso tempo magica. Che c’è di più buffo di un vecchio fantasma  scozzese alle prese con una modernissima famiglia americana, che tenta invano di terrorizzare suscitando solo una leggera insofferenza? E che c’è di più magico del rapporto che si instaura tra la giovane Janet e lo spettro, che verrà conquistato e salvato dalla ragazza, con il compimento di un’antica profezia che lo salverà dalla condanna eterna? Il testo di Oscar Wilde, veicolato con fresco linguaggio del rock- musical, porta in scena l’incontro del vecchio e del nuovo, della poesia con la pragmaticità, dei sentimenti e dell’ironia. In scena, oltre ai due protagonisti, si muove una variopinta tavolozza di caratteri e personaggi coinvolgenti e brillanti. Al calare del sipario i concetti di amore, morte, felicità, speranza assumeranno nuovi mirabili aspetti, e in tutti sorgerà una malinconica nostalgia del Fantasma di Canterville e della sua epoca forse oscura e polverosa, ma sicuramente piena di prodigi, sentimento e poesia. Il carattere burlesco e la magia del romanzo di Oscar Wilde prende forma nello spettacolo grazie alla sapiente regia di Marco Lapi, autore teatrale di grande spicco, che seguendo la sua indole ironica che vede con occhio divertito, anche le cose più serie, allestisce quest’opera, valorizzando gli aspetti più grotteschi e divertenti che lo stesso autore aveva a suo tempo evidenziato. Certo è, che l’ambientazione contemporanea ha spinto il regista ad osare, ad andare oltre, e forse, quegli accenti “sopra le righe” ai confini della farsa, ne fanno una commedia diversa dall’originale, che spazia tra il serio e il faceto, alternandosi a dei brani musicali che chiudono il cerchio in una cornice di coinvolgenti e frizzanti coreografie di Marco Sellati, insegnante e coreografo che per anni ha collaborato con Gino Landi e altri grandi nomi del mondo della danza.

Dall’ 8 Aprile 2011 Ore 10.30

Domenica 10 Aprile Ore 11.00



Comments are closed.

Cultura e Libri »

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Ti è mai capitato di aver perso molto tempo e denaro alla ricerca di un regalo che poi il destinatario non ha gradito?
Semplice e veloce da utilizzare, le Gift Card evitano queste situazioni e regala …