Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Apocalypse Music a Santa Cecilia "Il libro dei Sette Sigilli"

Scritto da on giovedì, 2 Febbraio 2012No Comment

A Santa Cecilia Il Libro dei Sette Sigilli capolavoro di Schmidt
ispirato all’Apocalisse di Giovanni
nella traduzione tedesca di Martin Lutero

E’ considerato il suo capolavoro e il testo su cui è costruito resta uno degli scritti più controversi e difficili da interpretare non solo di tutta la Bibbia (ultimo Libro del Nuovo Testamento), ma probabilmente della storia della letteratura di tutti i tempi. E’ Il Libro dei Sette Sigilli di Franz Schmidt oratorio per soli, coro e orchestra che sabato 11 febbraio sarà di scena a Santa Cecilia (ore 18 Sala Santa Cecilia repliche lunedì 13 ore 21 e martedì 14 ore 19.30) per la Stagione Sinfonica. La splendida e gigantesca opera, presentata per la prima volta a Vienna nel 1938 sotto la direzione di Oswald Kabasta, fu creata dal compositore austriaco sul testo dell’Apocalisse di Giovanni tradotta da Martin Lutero.
Sul podio dell’Orchestra e del Coro di Santa Cecilia ci sarà Leopold Hager (Fabio Luisi, è stato costretto a rinunciare ai concerti a causa di sopraggiunti e inderogabili impegni) e un cast di grande calibro sarà impegnato in questa opera assai di rado presente nei cartelloni: Günther Groissböck (La voce di Dio, basso), Herbert Lippert (Giovanni, tenore), Maureen Mc Kay (soprano), Stephanie Atanasov (contralto), Timothy Oliver (tenore), Jacq

get ex back

ues-Greg Belobo (basso); organista Michael Schönheit.

free dog food samples
cheap software download

Nell’Austria degli anni ’30, ancora profondamente turbata dal cataclisma che con la fine della Prima Guerra Mondiale spazzò via il “Mondo di Ieri” dell’Impero Asburgico, e teatro del tragico “Anschluss” che ne sancì l’annessione forzata al Terzo Reich di Adolf Hitler, la vita musicale oscillava tra le avanguardie dodecafoniche e un estenuato tardo-romanticismo post mahleriano, entrambi espressione del tormento di una città che, come Vienna, manteneva saldamente un ruolo centrale nella vita culturale della mitteleuropa. Franz Schmidt, carismatico insegnante di composizione e stimato compositore di due opere e quattro sinfonie, pur ammirando Schönberg e Berg, che a loro volta ne ricambiavano con rispetto la stima, fu tra coloro che preferirono adottare un linguaggio riconoscibile come derivazione dei grandi modelli del passato, quali Brahms e Bruckner. Così il suo gigantesco capolavoro Il libro dei Sette Sigilli, appunto, si costruisce su un lessico musicale immaginifico, nobile, profondo e soprattutto di grande impatto emotivo.
Nella partitura, che si ricongiunge alla grande tradizione degli oratori da Bach a Mendelssohn e che culmina in un portentoso “Alleluia”, Schmidt racchiude ed elabora tutte le proprie possibilità compositive: il sinfonista, colui che riesce abilmente a plasmare la musica vocale più accesa e drammatica, il virtuoso d’organo e il più abile contrappuntista. Il Libro dei Sette Sigilli, pur nella sua immaginifica costruzione, sa parlare anche dei problemi legati al proprio tempo, in una visione quasi apocalittica e trasfigurante.

zp8497586rq
jfdghjhthit45
zp8497586rq

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …