Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Colosseo: Procura di Roma e Corte dei Conti indagano sull’accordo per il restauro

Scritto da on giovedì, 12 Gennaio 2012No Comment

Soffia sempre più forte il vento di incertezze sul piano di restauro del Colosseo. La Procura di Roma e la Corte dei Conti hanno aperto un’indagine per accertare la correttezza procedurale dell’accordo siglato lo scorso anno tra il MIBAC e il gruppo Tood’s. Lo ha reso noto la Uil. E se è quasi certo che questo ritarderà l’avvio dell’intervento, non è escluso neppure che possa spazientire Diego della Valle, a capo della Tood’s, fino a  indurlo a rinunciare all’impresa.

Tutto inizia nella primavera 2011, quando, a seguito dell’accordo firmato tra il Ministero e il gruppo di Della Valle nel precedente mese di gennaio, la Uil-Beni Culturali presenta un esposto perché si possa far luce sui termini della trattativa, sulla quale, a parere del sindacato, c’è qualche ombra. L’accordo prevede che, a fronte dei 25 milioni per il restauro del monumento, la Tood’s abbia per 15 anni, eventualmente prorogabili, l’esclusiva sulla commercializzazione del brand del Colosseo.

Ma per la Uil la cifra offerta è sottostimata, frutto, peraltro, di una valutazione che non avrebbe coinvolto nessun ente tecnico-scientifico. Il sindacato, insomma, sostiene non solo che i vantaggi per il gruppo Tood’s siano eccessivi a fronte un investimento minimo, ma anche che la fretta con cui l’operazione è stata condotta avrebbe di fatto impedito ad altri sponsor di farsi avanti, facendo venir meno la possibilità di rintracciare un finanziamento più sostanzioso. Da qui il sospetto di qualche irregolarità.

Sulla stessa scia si è posto qualche giorno fa l’Antitrust, che, si legge in un comunicato del Codacons,  «ha evidenziato distorsioni della concorrenza nell’ambito dell’accordo».

Un altro punto contestato dall’Antirust, come ha riportato ancora il Codacons, è la riduzione del ruolo del gruppo Tood’s a semplice finanziatore dell’impresa, senza che sia contemplata una sua assunzione di responsabilità relativamente all’avanzamento dei lavori. Il Codacons ha, invece,  sottolineato che l’Antitrust  ritiene che «lo sponsor si debba assumere la responsabilità del completamento dell’attività di progettazione e direzione dei lavori, il coordinamento della sicurezza, l’appalto a terzi o l’esecuzione diretta dei lavori, anche mediante imprese esecutrici dei lavori. L’accordo con la Tod’s, invece, prevede il mero finanziamento dell’opera, che si risolve nella semplice messa a disposizione di una somma di denaro, a fronte della possibilità di avvalersi dei diritti di sfruttamento dell’immagine del Colosseo».
Adesso la palla passa alla Procura di Roma e alla Corte dei Conti.

di Valeria Torre

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …