Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cultura e Libri, Primo piano

Gli altri futurismi

Scritto da on martedì, 5 Aprile 2011No Comment
Palazzo Blumenstihl

 

Giovedì 7 aprile ore 18.00
Istituto Polacco di Roma, via Vittoria Colonna,1  – ingresso libero

Presentazione del volume  “Gli altri futurismi. Futurismi e movimenti d’avanguardia in Russia, Polonia, Cecoslovacchia, Bulgaria e Romania” a cura di Giovanna Tomassucci e Massimo Tria, Plus-Pisa University Press, 2010 [Atti del Convegno omonimo, Pisa 5 giugno 2009, pubblicati con il contributo della Fondazione Kristina B.Przyziemska Sbranti di Pisa]

Intervengono: prof. Massimo Prampolini, prof. Antonella D’Amelia e i curatori del volume prof. Giovanna Tomassucci e prof. Massimo Tria.

"Ritratto di Marinetti" - Ruzena Zatkova

La diffusione del futurismo italiano nell’Europa centro-orientale è un tema finora stranamente rimasto ai margini negli studi e nelle bibliografie sui rapporti tra il futurismo italiano e le altre culture. I contributi raccolti nel volume Gli altri futurismi. Futurismi e movimenti d’avanguardia in Russia, Polonia, Bulgaria e Romania [edizioni Plus, Pisa, 2010] sono stati presentati all’omonimo convegno tenutosi a Pisa nel giugno 2009. E’ poco noto infatti che sin dagli anni Dieci manifesti e testi futuristi erano letti, tradotti e discussi in molti paesi dell’Europa centro-orientale, esercitando una forza di attrazione destinata a durare per decenni.  Verso questa realtà i futuristi italiani dimostrarono un’apertura fuori del comune, coltivando una complessa trama di relazioni internazionali (il cui asse spesso passava per la Berlino espressionista) sia attraverso i viaggi di Marinetti in Russia, Cecoslovacchia, Romania, Bulgaria e Polonia, sia con i successivi contatti di Prampolini, Vasari, Bragaglia e Paladini (con la loro rivista “Noi”) con esponenti di primo piano delle avanguardie artistiche di quei paesi. Queste fascinazioni, alimentate dalla rinnovata vitalità del futurismo italiano negli anni Venti, verranno sempre meno sentite da un’intelligencja prevalentemente orientata a sinistra, a causa della compromissione dei futuristi italiani con il fascismo e il colonialismo. In questo volume si mostra tuttavia come le innovazioni futuriste in campo letterario e teatrale siano penetrate in vari paesi europei, malgrado gli insanabili contrasti ideologici, fatto documentato anche da un’ampia bibliografia sulla ricezione dei testi futuristi italiani in Polonia nel trentennio 1909-1939 e da due testi teatrali inediti dell’avanguardia polacca fiancheggiatrice del futurismo: Il fabbricante di torpedini [1920] di Anatol Stern e Le Colombe di Winicja Claudel di Jalu Kurek [1925].

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …