Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

“La regione che verrà” intervista al giornalista Ernesto Calluori candidato per il partito socialista

Scritto da on venerdì, 29 Gennaio 2010No Comment

Sede regione LazioLei si è candidato per queste regionali con il partito socialista?

In realtà mi hanno candidato, ci ho pensato non è facile entrare in questa mischia. Ho riflettuto e ho accettato perché sono socialista da una vita e il socialismo persegue libertà e giustizia che sono il volano della società, valori che sono stati mortificati in questi anni.
Ci siamo candidati con il nostro logo, partito socialista italiano, e ci presentiamo nel “listino” della Bonino.

Come mai con il centro sinistra?

Perché siamo di sinistra.

Cosa potrebbe portare il partito socialista in un’eventuale vittoria della Bonino?
Prima di tutto lo  stare sempre dalla parte della gente. Socialismo  vuol dire anche solidarietà.

Cosa vuol dire stare dalla parte delle gente?
Vuol dire aiutare la gente. Oggi le persone fanno fatica ad arrivare a fine mese, il fisco va a braccetto con le ristrettezze economiche. Bisogna rinnovare, c’è bisogno di una ventata di area nuova. Bisogna ripristinare quei valori di libertà e giustizia e concentrarsi sulle problematiche come la disoccupazione, le ristrettezze economiche, la crisi delle aziende che continuano a chiudere.

La crisi non è stata superata , non ci sono ricette, in questo momento, né di centrodestra né di centrosinistra. Questa è una crisi che viene da lontano, dalla costruzione di una società priva di idee e di valori, appiattita sulle aspettative riguardo al futuro. Lei che è socialista lo vede questo futuro? se lo immagina?
Il presagire il futuro è difficile, noi tendiamo ad avere una piccola ripresa, che non c’è, attraverso nuove situazione, che posso creare del lavoro, soprattutto per giovani.

Noi vogliamo soffermarci su questa fascia di giovani disoccupati. La povertà sta aumentando e la regione può fare tantissimo nel risollevare queste realtà che si stanno oscurando.

Parliamo della Polverini e della Bonino.

Noi sosteniamo pienamente Emma Bonino , la vediamo come una candidata molto conosciuta, non solo a livello nazionale, e visto il successo che sta riscontrando, anche in questi giorni, a livello di popolo, siamo convinti che possa farcela in maniera eccezionale.
La Polverini è un’ottima candidata, una sindacalista conosciuta, ma non ha mai affrontato i problemi a livello nazionale.
Io da socialista e stando nella lista della Bonino mi auguro che Emma ce la possa fare.

Dopo l’elezione ci saranno grossi scogli da affrontare e anche con grosse strutture che, in qualche modo, hanno intenzione di renderci ancora più prigionieri. Il governo nazionale ha deciso di privatizzare l’acqua. Qual’è la posizione del centro sinistra e quindi del partito socialista sul fatto che un grosso gruppo romano, che opera nelle costruzioni, voglia prendersi la Acea e quindi la voglia in parte gestire?

La posizione del partito socialista chiaramente è contraria, questo liberismo che si sta attuando rischia di penalizzare ulteriormente i costi che andranno ad incidere su di noi. Noi socialisti intendiamo combattere la posizione di questi grossi gruppi industriali, noi siamo contrari a questo, come pure siamo contrari alle grosse speculazioni edilizie che si stanno compiendo, come ad esempio all’Eur.

Ma queste speculazioni edilizie le ha fatte il centro sinistra con il governo Veltroni.

In realtà già con Rutelli, ma noi non c’eravamo, non ci siamo stati, ma vorremmo esserci adesso, proprio per combattere quello che c’è e per quello che ci sarà. Le faccio un esempio, il comitato del Eur, ambiente e salute, ha fatto un appello al sindaco Alemanno perché dovrebbero sorgere 400 nuovi  appartamenti. L’eur sta diventando un mare di cemento, oltre tutto Emma Bonino ha detto che 1 appartamento su 7 a Roma è sfitto, senza considerare che questi nuovi appartamenti super lusso non sono alla portata dei giovani.
I socialisti vogliano puntare su una edilizia per i giovani.

Dopo le elezioni ci sarà un altro grosso nodo da dipanare, le centrali nucleari. Si parla di due siti sicuri e uno in itinere, la posizione del partito in merito?
Noi siamo contro al nucleare nella maniera più assoluta, sarebbe come tornare indietro di vent’anni, trent’anni quando già si parlava di nucleare e poi tutto si è risolto con un niente di fatto, ogni tanto a spot qualcuno torna sul tema.

E il Pd è d’accordo con voi?

Noi andiamo per la nostra strada, non siamo ne fratelli ne cugini, lo eravamo un tempo, poi le cose si sono capovolte. Ognuno ha il suo programma.

Abbiamo un altro grosso problema che dobbiamo affrontare, la discarica di Malagrotta.
Noi siamo contrari alla discarica di Malagrotta, crediamo principalmente nella raccolta differenziata.

E’possibile visionare il video dell’intervista al seguente link: Italialivetube

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …