Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Politica, gli italiani tendono a parlarne poco

Scritto da on martedì, 6 Aprile 2010No Comment

Quale è il grado di interesse e partecipazione politica dei cittadini italiani? Prima di tutto è bene precisare che per partecipazione politica non si intende unicamente la partecipazione attiva, quindi il prendere parte a cortei, dibattiti, o il sostenimento di partiti politici, ma anche la semplice informazione. Proprio in quest’ottica l’Istat ha recentemente effettuato un’indagine conoscitiva, i cui risultati mettono principalmente in evidenza un divario generalizzato fra il grado di partecipazione maschile e quello femminile. In termini generici risulta che nella popolazione dai 14 anni in su il 23,3% non si informa mai di questi argomenti. Tendenzialmente gli italiani sono più portati ad informarsi che a discutere di questioni politiche, considerazione di rilievo poiché mette in luce come il numero reale di coloro che sono realmente interessati alle dinamiche in corso sia abbastanza limitato, dal momento che venire a conoscenza di determinate notizie non implica necessariamente un atto volontario o un particolare grado di interesse, in proposito i dati attestano che il 60,7% si informa almeno una volta alla settimana, e solo il 35,9 si informa tutti i giorni, mentre coloro che ne parlano con colleghi, familiari o conoscenti almeno una volta a settimana sono il 39,4%. In merito alle differenze di genere i risultati mostrano che ad informarsi settimanalmente sia solo il 53,6% delle donne contro il 68,5% degli uomini. I giovani ossia la fascia che va dai 14 ai 18 anni mostra però in questo caso un annullamento delle differenze pur registrando una diminuzione generalizzata della partecipazione fenomeno presente anche fra gli anziani. Ciò che incide in misura maggiore sul grado di interesse e informazione è il livello di istruzione e occupazione lavorativa, infatti coloro che ricoprono ruoli dirigenziali sono tendenzialmente molto informati intraprendendo frequentemente anche dibattiti politici. Fra le regioni italiane ci sono marcate differenze. Il grado di coinvolgimento diminuisce nelle regioni del Sud- Italia per aumentare vistosamente in quelle del Nord Ovest. Le donne che non parlano mai di politica sono in Calabria il 58,3%, in Sicilia il 55,1%, in Puglia il 54,6%, in Campania il 50,4%, al contrario in Trentino -Alto Adige, Friuli Venezia Giulia sono rispettivamente il 26,2% ed il 30,9%. Un’altro dato interessante riguarda i mezzi di informazione, fra i quali il più utilizzato in assoluto è la televisione, dichiarano infatti di utilizzare questo veicolo informativo il 98,3% degli italiani, i quotidiani vengono utilizzati dal 49,9%, la radio dal 31,2%, ed è via via decrescente il numero di persone che si informa per mezzo di discussioni informali. C’è inoltre un 23% della popolazione che è solita ricevere notizie esclusivamente dalla televisione. Quest’ultimo dato in particolare dovrebbe indurre ad una riflessione sul carico di responsabilità che hanno i programmi di informazione che dovrebbero essere totalmente indipendenti ed imperziali. Dato che evidenzia la gravità della decisione di sospendere le tribune politiche durante la campagna elettorale.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Ti è mai capitato di aver perso molto tempo e denaro alla ricerca di un regalo che poi il destinatario non ha gradito?
Semplice e veloce da utilizzare, le Gift Card evitano queste situazioni e regala …