Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Rifiuti Lazio: passa in consiglio il piano regionale ma è polemica

Scritto da on giovedì, 19 Gennaio 2012No Comment

E’ arrivato dal Consiglio regionale del Lazio il sì al piano rifiuti: con 40 voti favorevoli e 23 contrari, ieri il documento è stato approvato alla Pisana. Gli obiettivi fissati fino al 2017 sono due: incremento della raccolta differenziata fino al 65% a partire già dal 2012, e riduzione alla fonte della produzione di rifiuti attraverso il potenziamento delle operazioni di recupero e riuso. Il fine ultimo è di ridurre il volume dei rifiuti conferiti in discarica, dove dovrebbero arrivare, nelle logiche del piano, soltanto quelli trattati o i residui della differenziata.

La programmazione definisce anche i confini amministrativi per la gestione dei rifiuti, indicando cinque ambiti territoriali, cosiddetti ATO, che sostanzialmente coincidono con le cinque province, all’interno dei quali devono essere organizzati la raccolta e lo smaltimento, e il sistema di trattamento biologico dell’indifferenziata.

La condanna europea per la questione rifiuti nel Lazio e per l’assenza di una pianificazione per la riduzione, con il rischio conseguente di una sanzione, è stata dal 2007 la spada di Adamo che pendeva sulla regione. Un pericolo oggi scampato, secondo la presidente Polverini, per la quale si consegna «al Lazio una gestione più moderna con un ciclo integrato dei rifiuti», uno strumento che «ci porterà in Europa e ci consente di evitare la procedura d’infrazione».

Soddisfatto anche l’Assessore Di Paolo, per il quale il piano «consente di garantire un approccio strutturale e organico al problema rifiuti».

Ma dall’opposizione sono arrivate immediate le critiche.  Perché se è vero che si punta a una drastica riduzione della produzione dei rifiuti attraverso la differenziata – che oggi non supera il 20-25% ma che, secondo il piano, dovrebbe essere portata al 65% già entro il 2012 (sarà realistico?) – è anche vero che nella programmazione si fa riferimento anche a uno scenario di controllo per valutare “il fabbisogno impiantistico”, qualora gli obiettivi fissati non venissero raggiunti.

Ed è questo il punto attorno al quale ruotano più forti le polemiche:  «Lo scenario di controllo – ha dichiarato Rocco Berardo (Lista Bonino Pannella) – è quello che perseguirà questa Giunta».

Voci di dissenso si scagliano anche contro la mancanza nel piano di una previsione di risorse finanziarie, come ha osservato Il capogruppo Pd, Esterino Montino.

Bonelli, alla guida dei verdi,  affonda il colpo, affermando che non è stata presa in considerazione Roma, «che incide per il 70% dei rifiuti del Lazio».

di Valeria Torre

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …