Attualità

Viaggio nei fatti di cronaca della capitale e dei vari municipi

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Moda e Benessere

La cultura del bello a tutto tondo: bellezza, benessere, dentro e fuori. La rendenza della moda e de benessere in ogni suo aspetto

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti: disturbi dell’apprendimento, cyberbullismo e promozione del benessere.

Home » Primo piano

Roma: dalla squadra nautica di polizia sequestrati 250 kg pesce venduto abusivamente

Scritto da on giovedì, 16 Giugno 2011No Comment

Nel corso dei servizi di vigilanza costiera e di contrasto alla pesca abusiva, gli agenti della Squadra Nautica di Fiumicino, diretta dalla Dr.ssa Lucia Muscari, nella giornata di ieri hanno sequestrato oltre 250 kg. di prodotti ittici. Il pescato, contenuto in 40 cassette, era posto in vendita abusivamente da addetti del settore che, alla vista degli agenti sono fuggiti abbandonando tutte le cassette. Tutti i prodotti ittici, sottoposti a verifica da parte del personale del servizio veterinario dell’Asl “Roma D”,  sono stati dichiarati idonei al consumo umano ed sono stati donati in beneficenza ad Enti preposti. I controlli, finalizzati al contrasto della pesca e della vendita abusiva del pescato, proseguiranno nel corso dei prossimi mesi. La vendita abusiva di prodotti ittici, oltre a costituire un illecito penale e amministrativo, costituisce un pericolo per la salute pubblica data la mancanza di controlli di natura sanitaria sul prodotto venduto. Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Nautica avevano sequestrato 4 attrezzature da pesca professionali, calate in mare abusivamente nel tratto di mare compreso tra Fiumicino e Fregene. Durante il pattugliamento della costa a bordo delle motovedette, gli agenti hanno notato le  attrezzature che erano state lasciate in mare senza la segnaletica di visibilità prevista dalla normativa, costituendo così un pericolo per la navigazione. Gli agenti hanno verificato che le strutture, sviluppate per una lunghezza complessiva di 600 metri, erano composte da 31 nasse per la pesca, tipo “martavelli”, e da 9 coni per la segnalazione stradale. Tutte le nasse erano vuote, ma all’interno di ciascun cono era rimasto incastrato un polpo.  Tutti i polpi erano ancora vivi e gli agenti hanno provveduto immediatamente a liberarli rimettendoli in mare, sequestrando l’attrezzatura.

Comments are closed.

Cultura »

Il Caffè Letterario di Euroma2 presenta: “E poi venne il coraggio.

Il Caffè Letterario di Euroma2   presenta:  “E poi venne il coraggio.

Il Caffè Letterario di Euroma2 
presenta:
“E poi venne il coraggio.
Storie di mamme che combattono il buio”
il libro di Roberto Scanarotti
in collaborazione con il Sant’Alessio
Venerdì 25 ottobre, alle ore 18:00, nello spazio del Caffè Letterario del Centro …