Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Stalker: non si rassegna alla fine della storia arrestato dalla polizia

Scritto da on lunedì, 28 20 Febbraio11No Comment

Ha sopportato per un anno il comportamento violento del compagno. Poi, quando si è decisa a lasciarlo,  l’uomo ha iniziato a perseguitarla.
La vittima è una marocchina di 32 anni. Aveva conosciuto P.P. romano di 37 anni, nel settembre del 2009.  Fin dall’inizio della loro convivenza,  l’uomo si era dimostrato particolarmente violento tanto da arrivare a picchiarla ripetutamente.
Tra le “armi” utilizzate anche un casco da motociclista.
Le  violenze, consumate tra le mura domestiche, avvenivano davanti alla figlia della donna,  di appena 5 anni.
Nel settembre del 2010,   la donna aveva deciso di lasciarlo.
Ma l’uomo non si è rassegnato, e dopo due mesi si è rifatto vivo, cercando insistentemente di convincere la  ex a tornare con lui.
Alla fine,  stanca delle estenuanti pressioni, la vittima ha deciso di concedere all’uomo un’ulteriore possibilità. Ma di lì a poco la situazione si è aggravata e le violenze anziché interrompersi sono aumentate,  costringendo la donna a lasciarlo di nuovo.
L’uomo, non si è arreso, e ha continuato a molestarla telefonicamente con minacce e insulti ad ogni ora del giorno e della notte.
Per poter ristabilire un contatto con lei,  si è offerto anche di pagare le spese mediche che la donna aveva dovuto affrontare in seguito alle lesioni che le aveva procurato.
Alle minacce dell’uomo si sono poi aggiunte anche quelle dell’ex compagna di lui.
L’epilogo l’8 gennaio scorso, quando la donna stava rientrando dal lavoro. Ad attenderla  sotto casa c’era l’uomo,  che l’ha aggredita gettandola a terra. Poi le ha strappato il telefono dalle mani,  si è introdotto nell’appartamento e ha iniziato a distruggere i mobili scaraventando a terra anche il televisore e il computer dell’ex compagna.  La donna, approfittando di un attimo di distrazione dell’uomo,  è riuscita a scappare e a chiedere aiuto a un familiare. Ha aspettato l’arrivo del cugino e poi è tornata nell’appartamento, ma dell’uomo non c’era più traccia.
Il giorno dopo, stanca dei continui soprusi, si è rivolta agli agenti del Commissariato Porta Maggiore, riferendo ai poliziotti le incessanti pressioni e ritorsioni che era costretta a subire dall’ex convivente.
Per lui  è scattata la misura della custodia cautelare in carcere con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e per stalking.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Ti è mai capitato di aver perso molto tempo e denaro alla ricerca di un regalo che poi il destinatario non ha gradito?
Semplice e veloce da utilizzare, le Gift Card evitano queste situazioni e regala …