Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Teatro dell’Opera: “Bejart, Balanchine, Robbins”

Scritto da on lunedì, 9 Maggio 2011No Comment

Si sono concluse ieri le cinque serate dedicate ai tre giganti della Danza: Bejart, Balanchine e Robbins. Oltre agli eccezionali Primi ballerini del Teatro dell’Opera e il corpo di ballo, si sono esibiti Giuseppe Picone e Alessandro Riga. Walpurgisnacht Ballet di George Balanchine sulle musiche del Faust di Gounod, ha dato inizio allo spettacolo. Le coreografie sono state rivisitate dal giovane belga Ben Huys e magistralmente interpretate da Alessandra Amato, Damiano Mongelli e Roberta Paparella, i quali con tecnica e grande espressività hanno emozionato la platea. E’ seguito un magico pas de deux con Giuseppe Picone che ha ricevuto applausi a scena aperta, insieme ad Alessia Gay, che fa parte del corpo di ballo dal 2007 distinguendosi in parti da solista e Prima Ballerina. Il pas de deux sulle note di Tchaikovskij sempre di Balanchine e ripreso da Huys raggiunge l’apice della poesia, in cui la tecnica accademica lascia spazio a movimenti neoclassici e di stampo quasi contemporaneo. Si chiude il sipario per la fine del primo tempo. Ecco la seconda parte e qui ci immergiamo in un’atmosfera notturna, quasi fiabesca. Lo sfondo blu notte e stellato accompagna tre splendidi pas de deux dell’opera di Robbins In the night, la parola d’ordine è romanticismo allo stato puro, ed Huys anche in questo pezzo non sbaglia. Le tre coppie: Gaia Straccamore-Mario Marozzi, Alessandra Amato-Damiano Mongelli, Roberta Paparella-Manuel Paruccini si rincontrano alla fine con uno splendido valzer a suggellare i tre patti d’amore. Plauso a parte per la pianista, Enrica Ruggiero che interpreta magistralmente le note di Chopin.

Sipario chiuso. Solo l’orchestra diretta dal Maestro Kir Kabaretti, intona le note di Offenbach della Gaitè Parisienne. Poi silenzio. La scena si apre su una scenografia pulita ed lineare. I ballerini iniziano a danzare in assoluto silenzio. La tecnica classica si mescola ad uno stile più contemporaneo, il can can perde ogni tipo di orpello e il gruppo si muove sincronizzato in semplici tutine ed abiti essenziali. Il coreografo Piotr Nardelli perciò riprende il balletto di Bejart sfogliandolo delle classiche gonne e sottogonne multistrato francesi di fine ‘800 e lo rinnova con passi contemporanei. Il finale malinconico ci accompagna al termine di uno degli spettacoli più belli realizzati fino ad oggi dalla Compagnia.

Corinna Lucianelli.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …