Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

Teatro Vascello: la grande danza con la compagnia “Teresa Carreno”

Scritto da on giovedì, 13 Ottobre 2011No Comment

Serata in nome della danza lunedì 17 ottobre ore 21. Il Teatro “Teresa Carreño” é un complesso culturale tra i piú importanti in America latina ed il piú grande del Venezuela, dove si presentano frecuentemente concerti sinfonici e popolari, opere, balletti, danza, teatro, e spettacoli diversi. Si trova nel cuore culturale di Caracas, capitale del Venezuela. Dispone di due sale principali la “Ríos Reyna” e la “José Félix Ribas”. Il teatro porta il nome in omaggio a la insigne pianista venezuelana Teresa Carreño. Il Balletto Teresa Carreño é la Compagnia piú importante del paese e risiede per la sua permaneneza nel teatro come un corpo stabile della Fondazione, con l’ auspizzio dello Stato Venezuelano attraverso del Ministero del Potere Popolare per la Cultura del Venezuela. In questa occasione il Teatro ringrazia l’appoggio di FundaBancoex, l’Instituto Italo Latino Americano (IILA), la produzione internazionale di Moranto Borjas-Bonnefoy e l’Ambascita del Venezuela in Italia per la realizzazione de questo tourneé internazionale e cosí offrire al publico italiano la possibilita di godere uno spettacolo di qualitá fatto in Venezuela.

TEXTURAS
Coreografia: Héctor Sanzana / Musica: Alberto Ginastera
Costumista: Maribel Suárez
Luci: José Castillo
Omaggio coreografico al crogiolo di razze, geografie e credenze che formano la nostra america. “Texturas” pretende risaltare il coraggio e la forza degli uomini, così come la bellezza e la sessualità delle donne nel quadro dell’ integrazione dei popoli latinoamericani, come bene viene espressa nella fluidità e nell’ incanto delle esecuzioni dei ballerini, riflettendo la sincronizzazione dei movimenti e la forza richiesta dalla musica di Alberto Ginastera.

PASSION
Coreografia: Héctor Sanzana / Musica: Giacomo Puccini
Costumista: Marcelino Hernández
Disegno della Scenografia: Rodrigo Rogríguez
Luci: José Castillo
“Passion”, acompagnata dalla musica di Puccini (Intermezzo di “Manon Lescaut”) rivela la profondità e la forza dei ballerini in un Pas de Deux, per comunicare che il sentimento,come impulso o reazione in qualsiasi caso è intenso come la vita. Dal dolore fino all’ amore, tutto è caricato da un’ intensa passione. Senza passione quasiasi azione manca di significato trascendente per poi cadere nel luogo comune di atti ed azioni che non hanno senso alcuno. Con la passione il particolare piú insignificante si erige al disopra del caduco per occupare lo spazio dell´eterno.

ROMEO E GIULIETTA (Pas de deux della scena del balcone)
Coreografia: Héctor Sarzana / Musica: Sergei Prokofiev
Costumista: Marcelino Hernández
Luci: José Castillo
Inquadrata in uno dei paesaggi pù belli del compositore Sergei Prokofiev, è forse la scena più ricordata di questa opera di Shakespeare.
Affacciata al balcone, Giulietta sogna con Romeo, il suo amato si introduce di soppiatto nel giardino. Gli amanti dichiarano il loro mutuo amore e si promettono eterna fedeltà

ESPARTACO (Scena di Addio)
Coreografia: Yuri Grigorovich
Adattazione Coreografica: Ruta Butviliene
Musica: Aram Kachaturian / Costumista: Marcelino Hernández
Luci: José Castillo
Il balletto Spartaco è l’opera più importante del realismo sovietico. Questa scena rappresenta il momento in cui Spartaco manifesta il suo profondo amore alla moglie Frigia prima di partire per la guerra di liberazione del suo popolo.
Oggi la complessità drammatica dell’argomento, unito con la profonda emotività della musica di Kachaturian,commuove ancora gli auditori di tutto il mondo.

HERENCIAS
Coreografia: Mariela Delgado / Musica: Paul Desenne, Jules Massenet, María Luisa Escobar y María Elena Paesano
Costumista: Mariela Degado e Raquel Gallego / Luci: José Castillo
Coreografia sul genere di balletto contemporaneo, dove si riassume l’incontro dei due mondi fino al suo attuale epilogo, che comporta la nascita di una nuova civilizzazione, meticcia e molto particolare.
Questo lavoro propone presentare una narrazione cominciando dall’indomito territorio americano, passando poi per la sottomissione ed accettazione dello sconosciuto per sbucare in un dibattito ed in una lotta per le proprie convinzioni come nuova generazione, frutto di questo incontro, fino alla proclamazione i popoli che esigono essere indipendenti, in virtù del risultato di questa nuova conformazione.

GUARAIRA REPANO
Coreografia: Mariela Delgado / Musica: Arturo Márquez
Costumista: Marcelino Hernández
Disegno di Scenografia: Armando Zullo
Luci: José Castillo
“Guaraira Repano” è un balletto contemporaneo nel quale i ballerini esprimono gli elementi ed i colori inerenti alla città secondo le interarazioni dell’uomo con la natura come parte delle relazioni quotidiane dell’urbanità, avendo come fondo musicale il “Danzòn Nº 2 di Arturo Márquez.”
Questa coreografia mostra una visione paradigmatica del balletto nel rappresentare l’uomo nella città come un filo di sangue che soffre e sorride davanti alle occasioni giornaliere. Tra l’effimero ed il materiale. Ê un omaggio alla città di Caracas, alla sua gente ed all’Avila come il più pregiato dei suoi tesori.

PUNTO DE QUIEBRE
Coreografia: Luz Urdaneta / Musica: Arvo Pärt, John Tavener
Costumista: Efrén Rojas
Luci: Carolina Puig
Disegno di Scenografia: Edwin Erminy
Video di Progettazione: Jacques Broquet
Concetto & Fotografia: Luis Brito
Con “Punto de Quiebre”, Luz Urdaneta adatta al presente un frammento determinante dell’emblematica “Zona Desconocida”, opera inagurata quasi dieci anni fa dal allorra “Ballet Nacional de Caracas Teresa Carreño”.
“Punto de Quiebre” ha un linguaggio pieno di musicalità, sottigliezza, particolari e drammatismo, il tutto radicato dalla forza che emana dalla femminilità, senza salvarsi né dal traviamento né dalla vertigine e meno ancora dal turbamento dell’anima.
É un’opera che sprofonda nei segreti della sua stessa origine che li denuda liberamente con tutta l’autoritá, la sensibilità e la dedicazione della stessa autrice.
“Punto de Quiebre” é un “prima” ed un “dopo” che vale la pena essere vissuto

 

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …