Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Attualità

Rubrica economica: crisi del sistema monetario europeo (parte I)

Scritto da on mercoledì, 11 Dicembre 2013No Comment

Lo Sme si basava su due concenti imprescindibili: la creazione di una moneta artificiale (ECU) e un sistema di cambi fissi (ERM). Una volta stabiliti i paesi aderenti al programma e alla moneta ECU, le valute degli stessi avrebbero potuto oscillare in una banda piu’ o meno stretta in relazione la stabilita’ della valuta. La piu’ stretta andava da +/-2,5% e la piu’ ampia da +/- 6%, nella quale facevano parte la Spagna e il Portogallo. Per stimare i diversi spread di valuta, si sceglieva la moneta piu’ solida, e in quegli anni era rappresentata dal Marco tedesco.eu puzzle

Gli obiettivi dello Sme possiamo riassumerli in quattro punti.:

  1. La stabilita’ monetaria,
  2. Eliminazione delle barrieri agli scambi commerciali e ai movimenti di capitale
  3. Migliorare il funzionamento della politica agricola europea
  4. Porre le basi per l’unione monetaria europea, in grado di eliminare oscillazioni di cambio e di migliorare il coordinamento della gestione monetaria

Inoltre venne posta in essere una forte deregolamentazione, che porto’ ad un’elargizione di credito sempre maggiore, il che fece affacciare sulla sfera internazionale gli “hedge fund” .

Gli eventi storici che si susseguirono, provocarono forti stress sui mercati Sme, che fecero scricchiolare il sistema. Le agitazioni russe e il crollo dell’Unione sovietica nel 1982, e il crollo del muro di Berlino nel 1989, sancirono due shock violenti al mercato.

Il primo, apri le porte al capitalismo all’Europa dell’est, che sempre piu’ sembrava  un villaggio Poetmkin, la seconda per l’aumento della spesa pubblica, fece alzare i tassi di interesse per mitigare l’inflazione.

Intanto il dollaro perdeva apprezzamento e la Sme, competitivita’.  Inoltre altri Paesi, che non furono cosi’ lungimiranti come la Germania o che non ebbero la stessa solidita’ economica per farlo, non alzarono i tassi d’interesse, facendosi cosi’ “soffocare”.

Ad aggravare la situazione, fu il referendum danese, con il quale si ridussero gli incentivi per restare nello Sme.

 

 

GIOVANNI MARIA LEPORI

Comments are closed.

Cultura »

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la VII Edizione del PROGETTO YOUNG

Bambini a lezione di Primo Soccorso e Sicurezza Stradale per la  VII Edizione del  PROGETTO YOUNG

Nel weekend del 30 e 31 Marzo l’Università Tor Vergata porta a Euroma2 l’iniziativa “L’Ospedale dei Pupazzi”
Prosegue il progetto ideato ed organizzato da Euroma2 per l’Educazione Civica, indirizzato agli alunni delle Scuole elementari di Roma, perpuntare l’attenzione sui valori …

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2