vaccini-covid

Durante la trasmissione su La7, di Martedì, il Professor Alberto Contri, docente di comunicazione sociale, snocciola dati su morti per vaccinazioni contro il Covid, infatti: “ i dati di Eurovigilance, il sistema di vigilanza europeo, ci dice che in Europa ci sono stati 24500 morti dopo la vaccinazione contro il covid e la statunitense Vars CDC, sulla base dei calcoli effettuati, ha fatto più morti la vaccinazione contro il covid, che tutti gli altri vaccini inoculati negli ultimi 20 anni. Stiamo parlando di dati ufficiali.

La risposta del pentastellato convertito ai vaccini, il medico Pierpaolo Sileri è la seguente, ascoltate bene e si capisce chi è portatore di faq news: “ non è il vaccino che ha fatto i morti, ma nel controllo dopo la vaccinazione, un certo numero di persone sono decedute. Guarda caso, molte di quelle sono decedute tra la prima e la seconda dose di vaccino, appena finita la seconda dose, perchè si sono ammalati di Covid“.

Vi sembra una risposta? Poi viene in suo aiuto il conduttore. Questi sono medici? Questi sono giornalisti? Prima o poi la giustizia farà il suo corso e allora forse come dice il magistrato Angelo Giorgianni, ci vorrà un nuovo processo di Norimberga.

Durante l’audizione al Senato, il dottor Mariano Bizzarri ha dichiarato che il green pass è inutile, argomentando la sua tesi. Il medico, oncologo e ricercatore presso l’Università La Sapienza ha spiegato:essere positivo non vuol dire di per sé essere infettante” e inoltre: “i test rivelano anche altri virus come quelli influenzali.

Anche la letalità è amplificata in eccesso: “spesso si tratta di morti di persone over 80enni con comorbilità. Se una persona di 80 anni è a casa con perone fratturato, malata oncologica e con diabete, muore e risulta positiva al Covid, è morta per Covid?“. I media in malafede, hanno operato un cambio di paradigma per interessi dei loro padroni, dei politici, in combutta con Big Pharma. 

 

Lascia un commento