dottor-Fareed

Per definire i crimini commessi contro il popolo italiano, bisogna analizzare il comportamento delle istituzioni. vediamone alcune:
Vietate le autopsie
per le cure il mantra è stato il seguente: tachipirina, paracetamolo e vigile attesa. Sono state vietate in modo diretto o indiretto, oppure con attacchi criminali di alcuni virologi ( in realtà non sono virologi, ma stipendiati dalle case farmaceutiche) alcune sostanze. vediamone alcune:

  • no vitamina C;
  • no vitamina D
  • no Quercetina;
  • no ivermectina;
  • no idrossiclorochina;
  • no anakinra
  • no a tante sostanze utilizzate in altri paesi

Ma la verità pian piano prende forma e chiunque sia: politici, ministri, virologi, primari, presidenti, agenzia, ne dovranno pagare le conseguenze con un processo per crimini contro l’umanità. Negli Stati Uniti un medico di campagna, il dottor George Fareed, ha lottato per salvare migliaia di vittime e sta lottando per dimostrare una verità esplosiva: tutte le persone morte per Covid 19 potevano essere salvate, utilizzando sostanze specifiche presenti già nella letteratura farmaceutica e approvate dai vari enti regolatori. Il dottor George Fareed, ha testimoniato con un libro online la sua lotta contro il Covid e la lotta contro le bugie del sistema politico-finanziario-medico. Ecco alcuni stralci:

Alla fine di dicembre 2019, l’ufficio nazionale dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) in Cina è stato informato di un cluster di casi di polmonite virale a Wuhan, Cina. Poco altro è stato rivelato e c’era poca preoccupazione in tutto il mondo. Dopotutto, in campo medico, i virus che causano polmonite, bronchite e altre condizioni delle vie respiratorie superiori sono comuni. Nessun allarme, come nel passato, nella maggior parte dei casi avremmo trattato i pazienti, con il protocollo classico e nel giro di una settimana-dieci giorni i pazienti sarebbero migliorati.

Il nostro mondo stava per intraprendere un viaggio che era tutt’altro che ordinario, non era niente vicino al classico e non lo sappiamo nemmeno – ancora.

Il 24 gennaio 2020, è stata effettuata l’identificazione e la caratterizzazione del virus SARS CoV-2 da campioni di pazienti ottenuti a Wuhan.

Giorni dopo, l’OMS ha dichiarato l’epidemia di SARS CoV-2, un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale. Nell’infanzia di CoV-2 da gennaio a marzo 2020, nuove informazioni sono spuntate quasi ogni giorno mentre il mondo osservava e aspettava.

È noto che i medici come me, in una situazione come questa, inizino a entrare in contatto con altri medici di tutto il mondo. Alcuni sono amici, altri sono associati e altri non li conosciamo. Ci scambiavamo  qualsiasi relazione medica dell’OMS e del CDC. Eravamo alla ricerca di qualsiasi informazione in grado di fornire un indizio sui sintomi riportati e quale trattamento stava funzionando. Come tutti, ascoltavo. Ascoltavo i nostri leader, ascoltando il dottor Anthony S. Fauci che era ed è il direttore dell’Istituto nazionale americano di allergie e malattie infettive. Era ed è ancora Chief Medical Advisor del Presidente degli Stati Uniti.

C’era anche Deborah Leah Birx, che all’epoca era un medico e un diplomatico che ha servito come coordinatore della risposta al coronavirus della Casa Bianca sotto il presidente Donald Trump dal 2020 al 2021. Il dott. Fauci e la dott.ssa Deborah Birx hanno parlato ogni giorno, a volte ripetutamente durante il giorno. Le informazioni che fornivano non avevano molto senso e le strategie di trattamento e controllo dei virus che fornivano cambiavano rapidamente. La cronologia di ciò che ora conosciamo come COVID-19 non è cambiata. Aggiungo che la tecnica di disinformazione utilizzata negli Usa è stata messa in atto anche in Italia.

Questo libro è basato su un lungo e arduo viaggio intrapreso da me e dal mio socio, il dottor Brian Tyson. La nostra battaglia è per la verità, i nostri pazienti e il mondo contro la disonestà, l’incompetenza, i conflitti di interesse e la disumanità. Riporterò altri stralci del libro. Ora mi voglio soffermare su come il dottor Fareed ha salvato migliaia e migliaia di pazienti con tasso di successo del 99,65% e nessun morto.

Il Dott. George Fareed,  nel trattamento dei pazienti con coronavirus ha utilizzato un cocktail composto da idrossiclorochina (HCQ) a base di azitromicina o doxiciclina e zinco. Il dottor Fareed  ha utilizzato il cocktail HCQ per curare i pazienti del Pioneers Memorial Healthcare District e di un ambulatorio a Brawley, anche pazienti a domicilio per un totale di oltre 7000 pazienti con il suo collega dottor Tyson.

Lui ha spiegato ai venduti alle case farmaceutiche che:  “L’idrossiclorochina insieme allo zinco e all’azitromicina o alla doxiciclina, con evidenze scienifiche di molti studi di colleghi di tutto il mondo. Ha dimostrato di essere un trattamento efficace ed è ciò di cui abbiamo bisogno”. Salvando molte vite che sono state colpite dal virus, Fareed afferma che è tutto grazie al cocktail combinato che ha prescritto ai pazienti.

Gli usi dell’idrossiclorochina per il coronavirus ha suscitato un dibattito nazionale dopo che gli studi hanno affermato che il suo utilizzo può portare a gravi effetti collaterali. Anche la FDA ha messo in guardia contro il suo uso, ma Fareed afferma che è un farmaco che i medici usano da anni per curare la malaria, il lupus e l’artrite. Infatti non doveva essere utilizzato per avvelenare il mondo con i vaccini.

Il dottor Fareed ha affermato:  “Dobbiamo alleviare la paura nella popolazione che dovrebbe sapere che possono prendere qualcosa che li aiuti a evitare la polmonite e i coaguli del sangue con trombi. Lavoro all’ospedale Pioneers e come direttore medico ambulatoriale. Abbiamo visto migliaia di pazienti e i nostri risultati sono stati molto favorevoli”, ha affermato Fareed.

Il dottor Fareed ha scrisse una lettera al presidente Trump e alla task force presidenziale dicendo che bisognava apportare un drastico cambiamento nella lotta al virus, presentando i suoi risultati e dei suoi colleghi che hanno riscontrato successo nel trattamento dei pazienti con il cocktail di idrossiclorochina. Fareed ci ha detto sia all’inizio che oggi,  che il cocktail HCQ sia la risposta per aiutare a combattere il virus: “Noi stiamo seguendo ciò che ha avuto successo in altri paesi in cui l’idrossiclorochina e lo zinco azitromicina sono stati efficaci nel ridurre la mortalità”, ha affermato Fareed. Inoltre: “Il candidato perfetto è un individuo che è sintomatico ed è stato recentemente infettato e i migliori candidati, naturalmente, sono i pazienti ad alto rischio”, ha affermato Fareed. Il dottor Fareed ha salvato oltre 7000 pazienti.

Ascoltiamo il dottor Fareed

 

Lascia un commento