Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Primo piano

L’Europa è indifesa e troppo timida

Scritto da on lunedì, 12 Novembre 2012No Comment

 

Si parla, ultimamente, del problema della debolezza dell’Europa dell’unione monetaria, paragonandola a un “animale senza difese”.  Quindi un’Europa inerme, come se fosse votata per sua stessa decisione al suicido. Come il caso dell’alluminio sardo e del Sulcis. L’Alcoa se ne è andata perché la nostra energia elettrica è più cara, ma il suo prezzo non può essere abbassato, a causa del divieto dell’autorità europea sulla concorrenza.  Servirebbe una deroga a ciò al fine di difendere l’occupazione. Più in generale occorre dunque che lo stato crei direttamente occupazione, dato che l’economia di mercato in Italia è ostacolata da una pesante burocrazia, da tutele sindacali eccessive, da disfunzioni fiscali non facilmente rimediabili. Si potrebbe osservare che in Sardegna ci vorrebbe una politica di sviluppo più efficace, utilizzando i fondi regionali europei, e che sia le tutele sindacali corporative sia le oppressioni fiscali, vanno affrontate da riforme, che l’Europa non ci vieta, semmai ci suggerisce. Il cuore del problema consiste nel fatto che l’Europa dell’euro si è data molte regole, che riguardano l’economia di mercato, il rigore fiscale, l’ortodossia monetaria legandosi così mani e piedi, mentre le altre grandi economie, dagli Stati Uniti al Regno Unito, ai paesi asiatici emergenti non fanno altrettanto.

Da noi sono vietati i sussidi di stato, perciò le multinazionali emigrano dove invece ci sono. Noi, di contro, mettiamo la Tobin tax e gli scambi finanziari vanno dove questa tassa non c’è. Inoltre l’Europa applica gli accordi internazionali di Kyoto sull’ambiente. Gli altri, invece, spesso non lo fanno. La Bundesbank, la banca centrale tedesca, vieta alla Banca centrale europea di comprare titoli pubblici a breve per abbassare gli spread eccessivamente elevati dei bond dei paesi più deboli a confronto con i titoli di stato tedeschi, argomentando che ciò viola il divieto di finanziare i governi. Ma la Fed, la Banca centrale inglese e quella nipponica lo fanno senza limiti.

“L’animale Europa”, osservante di regole, non si difende dunque dai colpi bassi degli altri.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

Euroma2 presenta: “Il Grande Libro delle Erbe Medicinali per le Donne

EUROMA2 PRESENTA
“Il GRANDE LIBRO DELLE ERBE MEDICINALI PER LE DONNE”
Euroma2 la aperto il nuovo anno al femminile, con un appuntamento del Caffè Letterario tutto dedicato al benessere delle donne. Il 17 gennaio l’autrice Roberta …