Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Musica

La sezione per la musica italiana e gli eventi romani

Video

I video della redazione di Romalive, interviste, servizi e approfondimenti a 360 gradi!

Home » Cultura

Vedutisti inglesi a Roma tra il XVIII e il XIX secolo nelle opere grafiche del Museo di Roma

Scritto da on venerdì, 19 Aprile 2013No Comment

BraschiLa fotografia con un semplice scatto immortala un’immagine, un volto che rimarrà così fissato e immobile non più soggetto alla caducità del tempo, ma prima della sua invenzione erano solo i pittori che potevano rendere immortale una persona o un paesaggio.
Come i vedutisti che con la loro arte riuscivano a immortalare per sempre luoghi che il tempo, magari, avrebbe portato via per sempre, attraverso un acquarello, una litografia riuscivano a esprimere i sentimenti che una veduta suscitava in loro, un attimo di poesia fissato per sempre .
Alla luce di queste considerazione, quindi, una mostra sui vedutisti inglesi a Roma ci permette di assaporare scorci delle città eterna andati perduti per sempre, una Roma sconosciuta, vissuta con gli occhi e il cuore di un’altra epoca.
Il Museo di Roma, Palazzo Braschi, ha deciso di festeggiare così il compleanno romano, con settanta acquerelli ed incisioni che raccontano la Roma che va dalla metà del Settecento alla metà dell’Ottocento.
Dal 21 aprile al 15 settembre 2013 opere che provengono dalla raccolta del barone Basile de Lemmermann e quella di Anna Laetitia Pecci Blunt, saranno fruibile al pubblico che potrà ammirare così le acquatinte di Richard Cooper o le litografie di Edward Lear, solo per citarne alcuni.

Martedì-Domenica ore 10.00-20.00, chiuso lunedì, 1 maggio.

 

Comments are closed.

Cultura »

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Teatro Vascello: GISELLE del Balletto di Roma dal 26 febbraio al 3 marzo

Centosettantacinque anni. Tanti ne sono passati dalla prima rappresentazione del balletto Giselle, gioiello di poesia romantica creato per il debutto parigino della ballerina italiana Carlotta Grisi. Ideato dall’artista israeliano Itamar Serussi Sahar, il primo atto ci consegna una coreografia all’insegna della potenza fisica e carnale che emerge da corpi spogli di quel vezzo pantomimico che tradizionalmente caratterizza il primo atto di Giselle

Musica »

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Concerto di Natale in Vaticano: Euroma2, Sponsor Ufficiale della manifestazione canora per la Solidarietà

Anche quest’anno, accompagnato dall’ Orchestra Universale Sinfonica Italiana diretta dal Maestro Renato Serio, con la collaborazione del Maestro Stefano Zavattoni, il cast sarà eccezionale e prevede la presenza dell’americana Dee Dee Bridgewater, una delle inarrivabili voci femminili del jazz; della statunitense Anastacia, una delle …

Video »

Intervista Liceo Aristotele parte 2

Intervista Liceo Aristotele parte 2