Benessere e Salute

Notizie per aiutare a vivere meglio e orientarsi nel mondo delle notizie

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura e Libri

La cultura, i libri, per acquisire conoscenza e vivere meglio.

Design e Moda

Il mondo del Design, della Moda, delle offerte, come cambia. Dagli acquisti nel negozio agli acquisti online

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti.

Home » Cinema

CINEMASPAGNA: Open 24H

Scritto da on lunedì, 30 Luglio 2012No Comment

Protagonista di Open 24H è il sempre più sfiduciato Héctor (Amadís de Murga), guardia notturna alle prese con una miriade di problemi esistenziali e lavorativi; difficoltà alle quali sommare la presenza di un fratello ritardato bisognoso del suo aiuto, l’unico garantitogli, visto che al contrario l’autoritario, burbero e cinico padre aveva saputo soltanto infierire, in passato, sulla già precaria  situazione dei figli. Un quadro per niente roseo, insomma. Un quadro in bianco e nero. Sì, perché il cineasta iberico Carles Torras ha scelto tale fotografia, ed un approccio registico molto rigoroso dal timbro quasi bressoniano, per raccontarci il precipitare del povero Héctor  in una spirale di paranoie e delusioni apparentemente senza via d’uscita. Al di là delle estremizzazioni offerte dalla sceneggiatura, si è alle prese con un personaggio ben rappresentativo della condizione miserevole di molti giovani europei, sviliti dall’assoluta mancanza di prospettive, dalle troppe incertezze. Ed il bombardamento quotidiano cui viene sottoposto il ragazzo spagnolo, sempre più in difficoltà nel conservare il lavoro e nell’affrontare possibili storie sentimentali, si porta dietro un corollario di incolmabili carenze affettive, frustrazioni, reazioni psicologiche eccessive o comunque anormali. Fino a un epilogo in cui la violenza, la rabbia, a lungo trattenute, esplodono in gesto inconsulto che ci ha fatto persino tornare in mente, con tutte le differenze del caso, l’altrettanto improvvisa escalation violenta di Niki e Flo, pellicola diretta qualche anno fa dal maestro rumeno Lucian Pentilie. L’impressione, tuttavia, è che non tutto in Open 24H  abbia a livello narrativo la stessa incisività; sarebbe stata forse opportuna una durata maggiore, col conseguente approfondimento del disagio interiore del personaggio, affinché certe scelte maturassero sullo schermo con maggiore naturalezza. Ad ogni modo quello di Carles Torras resta, pur con qualche pecca, uno dei film più sottili e inquietanti, tra quelli visti a maggio nella rassegna CINEMASPAGNA.

Comments are closed.

Cultura e Libri »

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Regala un buono regalo e fai scegliere ai tuoi cari

Ti è mai capitato di aver perso molto tempo e denaro alla ricerca di un regalo che poi il destinatario non ha gradito?
Semplice e veloce da utilizzare, le Gift Card evitano queste situazioni e regala …