Attualità

Viaggio nei fatti di cronaca della capitale e dei vari municipi

Cinema

Cosa succede nel mondo del cinema con le ultime novità in questa città

Cultura

La cultura attraverso i libri che raccontano la città e il tempo

Moda e Benessere

La cultura del bello a tutto tondo: bellezza, benessere, dentro e fuori. La rendenza della moda e de benessere in ogni suo aspetto

Psicologia

In questa categoria verranno affrontate tematiche riguardanti i giovani e gli adolescenti: disturbi dell’apprendimento, cyberbullismo e promozione del benessere.

Home » Cinema

Matt Groening svela il mistero: Springfield è in Oregon

Scritto da on giovedì, 12 Aprile 2012No Comment

Matt Groening, il papà dei Simpson, ha finalmente rivelato uno dei misteri più grandi legati alla fortunata serie, ovvero dove si trova Springfield. Infatti da sempre c’è una curiosità che ruota intorno al mondo dei “gialli”, in realtà è il “mistero” per eccellenza, quello che attanagliava i fan della serie da un bel po’ di tempo: ma la Springfield dei Simpson dove si trova? Eh già, perché quel furbone del loro creatore, Matt Groening, scelse di far abitare Homer, Marge, Bart, Lisa, Maggie e tutto il popolo di dissacranti ominidi gialli in una città che avesse oltre 30 omonime comunità sparse lungo gli States ma la sua volontà gli fu subito chiara: è la Springfield dell’Oregon. Durante l’evolversi della serie, in una puntata speciale, stava per essere mostrata proprio da Lisa Simpson la posizione nella cartina geografica della cittadina nucleare, salvo un imprevisto nell’inquadratura: la testa di Bart compare davanti e non lascia vedere nulla allo spettatore. Ora è stato lo stesso Matt Groening a risolvere una volta per tutta il delicato intrigo e, per farlo, ha scelto le pagine del magazine americano Smithsonian spiegando che ha scelto Springfield ispirandosi ad una serie americana della sua gioventù, Fathers Knows Best, che era ambientata proprio in un paese a soli 100 km da Portland, sua città natale. Questo paese era appunto Springfield.

“Ho scoperto successivamente che Springfield era un nome molto comune per le città americane e, prevedendo che lo show avesse avuto un enorme successo, ho pensato che tutti gli abitanti delle varie città avrebbero visto delle analogie con la Springfield di Homer & Co”.

Nella reale città di Springfield hanno reagito in modo molto tranquillo: “Noi sapevamo già tutto“. Infatti quando è stato dato l’annuncio soltanto nella giornata di ieri, la città si è fatta trovare pronta a far venire a galla i cimeli che Matt Groening gli aveva dedicato negli anni. Nel 2007 in occasione dell’uscita del film sui Simpson, fu indetto un concorso tra le varie Springfield per scegliere quale di queste doveva ospitare la premiere del film. Vinse la Springfield del Vermont, ma quella “reale” dell’Oregon fu segretamente premiata con un disegno-targa di Matt Groening. Da allora la cittadinanza è riuscita a mantenere il segreto, anche grazie al fatto che tutte le comunità giocavano allo stesso gioco, ovvero rivendicare il proprio luogo di appartenenza come location della serie, ma nel museo della “reale” Springfield c’era già un cimelo originale datato 27 luglio 2007: il divano di casa Simpson.

Comments are closed.

Cultura »

Il Caffè Letterario di Euroma2 presenta: “E poi venne il coraggio.

Il Caffè Letterario di Euroma2   presenta:  “E poi venne il coraggio.

Il Caffè Letterario di Euroma2 
presenta:
“E poi venne il coraggio.
Storie di mamme che combattono il buio”
il libro di Roberto Scanarotti
in collaborazione con il Sant’Alessio
Venerdì 25 ottobre, alle ore 18:00, nello spazio del Caffè Letterario del Centro …