in Italia il green pass è diventato obbligatorio a tutti gli effetti, dal 6 agosto, con decreto approvato il 22 luglio e in gazzetta ufficiale dal 23 luglio (DECRETO-LEGGE 23 luglio 2021 , n. 105)
Tante storie di razzismo strisciante che alberga nei cuori e nella mente di un paese che cova rabbia, odio, cinismo, violenza e un razzismo strisciante che fa capolino sempre più spesso. Ecco la prima storia di un barbiere pro vax un pò razzista. Un signore decide dopo il 6 agosto di andare da barbiere. Prende l’appuntamento e arriva puntuale alle 11 di mattina, come sempre lo fa aspettare un quarto d’ora. Il negozio è piccolo, ma quando arriva all’interno ci sono i due parrucchieri, due clienti seduti e altri tre in piedi con uno dei barbieri senza mascherina. Ma lui è vaccinato! Quando si siede il barbiere inizia parlando con un signore presente e comincia: “non lo faccio, ma a chi non è vaccinato gli direi di aspettare fuori e gli taglierei i capelli fuori“. Il suo complice risponde: “dovrebbero essere esclusi da tutto, rinchiusi in casa tutti i giorni“. I due razzistelli continuano con altre perle di saggezza. Il parrucchiere: “io non vado più nel mio ristorante preferito perchè i tavoli sono troppo vicini” e l’altro: “ci vorrebbero leggi per costringerli a vaccinarsi“. Un continuo dialogo tra analfabeti funzionali, ignoranti, inconsapevoli di ciò che sta succedendo, pieni di livore e di un razzismo radicato nel cuore verso i propri simili. Alla semplice domanda del perchè si sono vaccinati, la risposta è stata: “per non prenderci il covid e ritornare alla vita di prima“. Insistendo: “ma se ti sei vaccinato, perchè vuoi che anche altri con sensibilità diverse dalla tua dovrebbero vaccinarsi?“. Non c’è stata risposta. Purtroppo con analfabeti funzionali non si ragiona. L’analfabeta funzionale è il prototipo di italiano che utilizza i quattro neuroni che gli sono rimasti e una porzione limitata del cervello per poche cose: mangiare, bere, divertirsi e se ci riesce ancora fare sesso. Sono violenti con i deboli e vigliacchi con i forti. Purtroppo in Italia ci sono 25.000.000 di analfabeti funzionali.    

Lascia un commento